Discover

Canale YouTube hackerato: cosa fare?

Un canale YouTube può essere violato in vari modi e per vari motivi, soprattutto se il tuo canale ha molte migliaia di follower. Come ben saprai, un account/canale YouTube è collegato ad altri servizi offerti da Google, a partire da Gmail. Quindi, se hai il timore che il tuo canale possa essere a rischio hacker o addirittura che sia già stato hackerato, ecco a cosa devi prestare attenzione. o

Verifiche di sicurezza su canale YouTube

Questi segnali dovrebbero far suonare il campanello d’allarme. Ad esempio, non riesci più ad accedere al tuo account YouTube, anche se stai utilizzando correttamente i dati di accesso. Come già accennato, per registrarsi e accedere a YouTube è necessario un account Google/Gmail. Quindi, se i tuoi timori sono fondati, anche altri account basati su Gmail sono stati compromessi. C’è qualcosa che non va soprattutto se YouTube ti sta iscrivendo a dei canali in maniera casuale e/o se si verificano attività insolite o sospette sul tuo account.

Ad esempio, alcuni video sono stati rimossi o, al contrario, sono stati caricati nuovi filmati senza il tuo consenso. Dunque, è il caso di effettuare un primo controllo. Collegati alla pagina del tuo account Google e seleziona Sicurezza. Clicca su Esamina gli eventi di sicurezza per verificare le posizioni di accesso. Individui posizioni di accesso strane? È un dato che potrebbe indicare che qualcun altro ha accesso al tuo account. Inoltre, fai clic su Gestisci dispositivi per controllare quali dispositivi stanno utilizzando il tuo account. Ti sono familiari?

smartphone con app youtube

Come recuperare canale YouTube

Il primo passaggio che devi compiere è controllare se puoi ancora accedere al tuo account. Se la risposta è sì, cambia subito la tua password. Collegati alla pagina del tuo account Google, clicca su Sicurezza e seleziona Accesso a Google. Quindi fai clic su Password e inserisci due volte la nuova password. È fondamentale rispettare le indicazioni di sicurezza informatica, quindi sforzati di creare una password difficile da violare: una password lunga, con numeri e caratteri speciali, alternanza di maiuscole e minuscole ed evitando parole troppo banali. Inoltre, se non lo hai già fatto, attiva la verifica in due passaggi per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza al tuo account.

Se invece non riesci ad accedere al tuo canale YouTube, segui innanzitutto i passaggi per recuperare il tuo account Google/Gmail. Ti verranno poste alcune domande per verificare che l’account sia tuo. Rispondi alle domande nel miglior modo possibile. Se hai già provato a recuperare il tuo account e hai ricevuto il messaggio “Google non è riuscito a verificare che sei il proprietario dell’account“, puoi comunque ripetere l’operazione di recupero. Se ti viene chiesto il motivo per cui non riesci ad accedere al tuo account, indica tutti i dettagli che possono essere utili.

Inoltre, impegnati a non saltare nessuna domanda. Se hai dubbi su una risposta, scegli quella che ritieni sia la più probabile invece di passare subito alla domanda successiva. Per le operazioni di recupero utilizza il computer, il telefono o il tablet che utilizzi di solito per gestire il tuo canale YouTube. Utilizza il browser che usi di solito. Collegati da un luogo da cui sei solito eseguire l’accesso (a casa o in ufficio). Reimposta la password quando richiesto. Scegli una password efficace, non ancora utilizzata per l’account in questione.

Come contattare l’assistenza di YouTube

Hai altri dubbi o desideri comunque il supporto ufficiale di YouTube? Se sei un creator, devi solo seguire alcuni passaggi all’interno della piattaforma. All’interno di Guida di YouTube, infatti, c’è la sezione Risolvere un Problema. All’interno di questa sezione, poi, c’è una voce del menu chiamata Contattare il team di assistenza ai creator di YouTube.

Qui troverai le istruzioni su come ottenere suggerimenti su aspetti tecnici o relativi ai servizi di YouTube e su come Correggere e risolvere problemi relativi al tuo account. Se non visualizzi l’opzione per la chat, verifica di aver eseguito l’accesso al canale idoneo per l’assistenza, cioè ad un canale che aderisce al Programma partner di YouTube. Se il problema persiste, puoi segnalarlo attraverso il pulsante Invia feedback.

Cosa succede se ti chiudono un canale YouTube

Il tuo canale YouTube è stato chiuso? Fai attenzione, perché potresti non avere più la possibilità di crearne altri. Quando un canale viene chiuso, il proprietario riceve una mail con la spiegazione del motivo. I principali motivi che portano alla chiusura di canali YouTube sono le ripetute violazioni delle Norme della community o dei Termini di servizio, in qualsiasi forma (ad esempio la pubblicazione reiterata di video o commenti offensivi o che incitano all’odio).

Spesso è sufficiente un solo caso di comportamento illecito grave (come spam o pubblicazione di materiale pornografico) per far chiudere un canale. Se ritieni che il tuo canale YouTube sia stato chiuso per errore, puoi presentare ricorso compilando un apposito modulo che troverai sulla piattaforma, all’interno di Guida di YouTube. Ecco alcuni consigli: non presentare ricorso più volte. Le richieste multiple causano dei ritardi nelle risposte da parte di YouTube. Compila il modulo nella maniera più esaustiva possibile, inserendo il tuo ID canale. Maggiori saranno le informazioni fornite, più facile sarà elaborare la richiesta. Se il tuo canale viene chiuso, potrai comunque avere la possibilità di scaricare i tuoi dati.

Rivendicare canale YouTube

La rivendicazione di singoli video o di un intero canale YouTube può avvenire in diversi casi. Se ad esempio altri utenti pubblicano sui loro canali YouTube dei video che sono di tua proprietà, puoi procedere con una o più richieste di rivendicazione. All’interno di Studio Content Manager, le rivendicazioni vengono raggruppate per singolo video per consentirti di gestire tutte le rivendicazioni più agevolmente.

Questi video riceveranno dunque una rivendicazione e verrà applicata la “norma di corrispondenza”. La rivendicazione con norma di corrispondenza indicherà a YouTube l’azione da intraprendere nei confronti dei video rivendicati (monetizza, traccia o blocca). Infine, puoi provare a rivendicare un vecchio canale YouTube creato prima di maggio 2009, cioè prima dell’acquisizione di YouTube da parte di Google. In questo caso, vai alla pagina di login di Google. Accedi all’account Google che vuoi collegare al tuo vecchio canale YouTube.

Se non hai un account Google, puoi crearne uno nuovo. Subito dopo, collegati a YouTube. Inserisci nome utente e password nel riquadro a sinistra. Se non ricordi la vecchia password di YouTube, devi sapere che purtroppo non esiste un’opzione di recupero della password per questi vecchi account. Infine, seleziona Rivendica il canale.

Ultimi articoli

Giorgia Soleri: “Non sono solo la fidanzata di Damiano dei Maneskin”

Giorgia Soleri e il suo sfogo dopo le partecipazioni televisive!

Niki Proshin è il TikToker russo che sta raccontando la guerra tra l’Ucraina e la Russia

Anche gli influencer e i creator stanno raccontando il conflitto tra Russia e Ucraina. Ecco chi sono i protagonisti digital di questo nuovo storytelling.

Modena Express

A Modena un’attività social ispirata a Pechino Express, l’adventure game vinto da Victoria Cabello.

Tommaso Zorzi, tra programmi TV e social

Tra programmi TV e social, la popolarità di Tommaso Zorzi continua a crescere: conosciamo meglio il conduttore, influencer e scrittore.

Influencer tedesche: blogger e modelle famose

Parigi e Milano sono solo due delle capitali della moda. Berlino ha un posto speciale e alcune modelle e influencer tedesche lo dimostrano.