Discover

Threads, come funziona il “nuovo Twitter” di Meta che fa concorrenza ad Elon Musk?

Sul pianeta social, da settimane, non si parla d’altro: Twitter vs Threads. Probabilmente è la sfida dell’anno, anche perché coinvolge in prima persona due big del mondo tech: Mark Zuckerberg ed Elon Musk. Influenxer è qui per soddisfare la tua curiosità sull’argomento.

“Threads an Instagram App”: cosa significa?

Threads nasce come applicazione alternativa a Twitter, quindi in aperta concorrenza. Ha subito battuto un record, superando perfino Chat GPT. La nuova app sviluppata da Metaparent company di Facebook, Instagram e WhatsApp – è infatti diventata l’applicazione in più rapida crescita di tutti i tempi. Ha raggiunto 30 milioni di iscrizioni ad appena 24 ore dal rilascio. È poi salita prima a 50 milioni e poi a 70 in meno di due giorni. E infine Threads ha superato 100 milioni di iscritti in cinque giorni, diventando l’app più veloce a raggiungere questo traguardo.

Il record precedente, come già accennato, era detenuto proprio da Chat GPT, che aveva raggiunto i 100 milioni di iscritti in due mesi. Come suggerisce il nome per esteso, “Threads an Instagram App”, Threads si attiva a partire dal proprio profilo Instagram, rappresenta quindi una sorta di estensione del proprio account. Al momento l’app non è disponibile in Italia, in quanto non è ancora conforme alla normativa sulla privacy in vigore all’interno dell’Unione Europea.

Threads Instagram come funziona

L’elemento centrale in Threads è rappresentato dai messaggi di testo. Threads è un’app di Instagram dove pubblicare messaggi, rispondere ad altre persone e seguire i profili che ti interessano. I thread e le risposte possono includere brevi pezzi di testo, link, foto, video o qualsiasi combinazione di essi. Le persone possono anche seguirti per leggere i tuoi messaggi e le tue risposte nel loro feed e dal tuo profilo.

Le impostazioni sulla privacy del tuo account Threads determinano chi potrà vedere i tuoi post. Gli utenti possono rispondere ai tuoi post per partecipare alla discussione o mettere “Mi piace“, condividere, citare o ripubblicare il tuo contenuto. Chiunque abbia un account Instagram può attivare un profilo Threads ad esso collegato. Potrai creare un profilo su Threads per ogni account Instagram che gestisci.

Loghi bianco e nero di threads nuova app di meta

I vantaggi per gli utenti

Ogni utente può utilizzare fino a 500 caratteri per ogni post. Ciascun post può includere testo, link, immagini e video fino a cinque minuti di lunghezza, con la possibilità di condividere un post di Threads nelle storie di Instagram (anche tramite link). Inoltre sono presenti strumenti per una maggiore personalizzazione dei contenuti visualizzati. È poi prevista la possibilità – come accade su altre piattaforme – di smettere di seguire, bloccare o segnalare un profilo. Gli account bloccati su Instagram saranno automaticamente bloccati anche su Threads. Se hai un network consolidato di follower su Instagram, la comodità principale consisterà nel ritrovarlo su Threads con pochi clic e poter così condividere più contenuti.

Differenze Threads-Twitter

La differenza più significativa tra le due piattaforme è la timeline. L’app di Meta mostra solo una timeline algoritmica – in modo simile a Facebook e Instagram – e non offre alcuna opzione per una timeline cronologica inversa, simile a Twitter che mostra i post più recenti. La timeline guidata dall’algoritmo mostra anche i post pubblicati da account che l’utente non segue, cosa che Twitter limita solo alla sua timeline alternativa “Per te”. Al momento, Threads è un’esperienza solo per dispositivi mobili e gli utenti possono creare post, scrivere commenti e seguire persone sull’app mobile della piattaforma, a differenza di Twitter, che invece consente tutto ciò anche sul suo sito web per essere usato da desktop.

Altre differenze consistono, come già detto, nel numero massimo di caratteri per post, 280 per Twitter e 500 per Threads. Twitter, però, conserva al momento un vantaggio molto importante rappresentato dalla sezione dei trending topic (gli argomenti più caldi del momento sulla piattaforma, inclusi eventi improvvisi come terremoti o dichiarazioni da prima pagina di esponenti politici), sezione di cui al momento Threads è sprovvista. Su Threads, dunque, gli hashtag non hanno la stessa funzione e la stessa importanza che hanno su Twitter.

I vantaggi per le aziende

Al momento su Threads non vengono mostrati annunci pubblicitari. I brand hanno comunque intravisto grandi potenzialità in questo nuovo strumento. Numerosi marchi, sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito, hanno infatti già creato i propri profili sulla nuova app. La loro presenza e portata viene dunque costruita organicamente, cioè senza pubblicità. Si tratta ormai di una consuetudine che caratterizza l’arrivo di ogni nuova piattaforma social.

È utile per determinare come le persone usano l’app. I brand partono da una presenza organica per avere un’idea di cosa dovranno fare per ottenere il massimo risultato dalle pubblicità, quando i formati saranno disponibili, visto che è solo questione di tempo (forse sei mesi). Tra i primi gruppi di marchi presenti su Threads, ci sono ad esempio Pretty Little Thing, Netflix e Gymshark, insieme ad importanti testate giornalistiche come Vogue (America e UK), The Economist, The Hollywood Reporter e Rolling Stone.

Come aprire un profilo su Threads app

In attesa che l’app Threads venga resa disponibile anche in Italia, ti forniamo le istruzioni da seguire per aprire un profilo. L’app è scaricabile gratuitamente sia su iOS che Android. Una volta installata l’app, tocca l’icona a forma di chiocciola per aprirla. Fai tap su Accedi con Instagram in fondo. Se hai più di un account Instagram e vuoi accedere con uno diverso, clicca su Cambia account in fondo alla pagina. Dopo aver effettuato l’accesso con l’account desiderato, fai tap sull’icona del profilo utente accanto a Nome per caricare una foto profilo. Fatto questo, vai su Biografia per scrivere una short bio.

Digita da zero oppure tocca Importa biografia da Instagram in fondo alla pagina, poi Fine in alto a destra. Completato questo passaggio, tocca link per aggiungere il link al tuo profilo. Infine, fai tap su Segui già per consultare una lista di profili che potrebbero interessarti. Seleziona se vuoi un profilo pubblico o privato in cima alla pagina, poi tocca Continua in fondo. Leggi condizioni e normative, poi clicca su Crea profilo in basso. Se scegli un’immagine del profilo o una biografia diversa su Threads, su Instagram non vedrai alcuna variazione. I profili che segui e i profili che ti seguono su Threads non influiranno su chi segui tu o sui tuoi follower su Instagram.

Ultimi articoli

Beatrice Mautino, tra le più note science influencer

Biotecnologa, divulgatrice e science influencer, Beatrice Mautino parla di scienza, soprattutto legata alla cosmesi, sui social.

Virtual influencer vs real influencer: chi prevarrà nell’era digitale?

Sui social è arrivata una nuova tendenza: i virtual influencer. Cosa li differenzia da quelli reali? Quali sono i loro vantaggi e svantaggi?

Oroscopo e creator: chi seguire per sapere cosa ti riservano gli astri

Ecco chi seguire per scoprire di più sull'astrologia e sul tuo oroscopo.

Al via The Beauty Revolution: la prima MypersonalExperience di Mondadori Media

Al via The Beauty Revolution: la prima MypersonalExperience, l’evento esclusivo per celebrare la nuova offerta beauty di Mondadori Media.

YouTube Music, ecco le playlist con l’AI: come funzionano

Dalle copertine personalizzate ai brani generati con pochi clic, ecco gli strumenti AI per le tue playlist YouTube Music.