Discover

TikTok influenza Spotify? Ecco come le canzoni virali influenzano l’algoritmo

Il successo di TikTok sta influenzando in vari modi l’utilizzo di molti strumenti digitali della nostra quotidianità – da Google a Spotify – ed altri fenomeni di costume, come le vendite dei libri o l’organizzazione di una sfilata di moda. In questo caso, ci soffermeremo sulla musica.

Come scegliere la canzone giusta per un video TikTok

I creator, infatti, utilizzano frammenti di canzoni popolari – oggi o nel passato – o effetti audio come colonna sonora per i propri video. La canzone scelta, ad esempio, può vivacizzare e rendere più interessante una clip altrimenti piatta e banale. In altri casi è il creator che, partendo da una canzone che ama o che trova particolarmente adatta a questa piattaforma social, decide in un secondo momento come sfruttarla al meglio.

Come? Ad esempio creando il tipo di contenuto più adatto per valorizzare quella canzone. Se invece si tratta di una challenge o di un brano già virale, il creator si limita a replicare una coreografia già popolare o – al contrario – inventa una nuova coreografia per distinguersi dagli altri utenti. In ogni caso, sono i numeri a fare la differenza, soprattutto quando parliamo di milioni di utilizzi per un singolo brano, di milioni di like e di condivisioni per quei video che hanno come colonna sonora QUEL brano.

ragazzi con smartphone che mostrano # tiktok
chi ha visualizzato il profilo tiktok

Canzoni diventate famose grazie a TikTok

L’elenco di canzoni diventate famose grazie a TikTok è davvero lungo. Da Peaches di Justin Bieber a Take me to Church di Hozier, da Montero (Call Me By Your Name) di Lil Nas X ad As it was di Harry Styles. Può trattarsi di un brano nuovo di zecca di un artista molto amato dalla Gen Z, di un remix di una canzone uscita più di dieci anni fa o di una hit riportata in auge da una serie tv di successo. Il successo di un brano, prima su TikTok e poi nelle classifiche internazionali – come la Billboard Hot 100 – può dipendere da diversi fattori.

Basti pensare a Oh No di Capone. Ormai la conosciamo tutti come la canzone che solitamente fa da accompagnamento musicale ai video che mostrano “papere” e incidenti comici, causati da un imprevisto. Ciò che stupisce – anche se si tratta semplicemente di un montaggio audio/video eseguito ad arte – è che l’imprevisto si verifica proprio nel momento in cui la voce intona l’ultimo “oh no no no no no”. La versione popolare su TikTok è un campionamento del 2005 del rapper Capone.

Canzoni virali su TikTok e Playlist algoritmiche Spotify

C’è una novità in tal senso. Spotify sta infatti sperimentando un nuovo approccio per consentire ad artisti e case discografiche di avere un impatto sul suo algoritmo di promozione. Questo esperimento permette agli artisti e ai professionisti dell’industria musicale di chiedere una promozione specifica basata sulla viralità guadagnata da un brano in un certo intervallo di tempo.

Ad esempio, se Rod Wave volesse dare maggiore visibilità alla sua nuova canzone “Great Gatsby”, che ha guadagnato in poco tempo popolarità su TikTok, potrebbe inoltrare a Spotify una richiesta mirata attraverso la casa discografica. In risposta, l’algoritmo della piattaforma svedese potrebbe inserire il brano in una playlist radio o suggerirlo agli utenti durante una sessione di ascolto in modalità riproduzione automatica. In sostanza, le case discografiche potrebbero avere la possibilità di influenzare ciò che ascoltiamo durante la giornata. Nulla di nuovo, anche se cambiano le modalità rispetto al passato.

Playlist Spotify come entrarci?

Se in genere per gli artisti più popolari è più semplice essere inseriti nelle playlist di Spotify, per gli artisti emergenti il percorso potrebbe essere più lungo. Per questo, il nuovo “Discovery Mode” di Spotify semplifica le cose attraverso uno strumento che rappresenta un punto di incontro tra il mondo social e il mondo delle piattaforme streaming.

Il primo passo per sfruttare la modalità Discovery di Spotify a tuo vantaggio, se sei un artista, consiste nell’ottimizzare il tuo profilo Spotify, molto simile a quello di altri account social. Aggiorna periodicamente la tua biografia, inserisci immagini di qualità e in alta risoluzione. Crea playlist che mettano in risalto la tua musica, un po’ come se fossi su Linkedin. Assicurandoti che il tuo profilo Spotify for Artists sia curato e professionale, avrai infatti più possibilità di attirare nuovi follower e di ottenere maggiore visibilità.

Come funziona il Discovery Mode di Spotify for Artists

Le playlist di Spotify sono uno strumento di marketing efficace per far ascoltare la tua musica a più persone. Con questo tool, infatti, potrai ottenere visibilità e ascolti da utenti che altrimenti potrebbero non trovare così facilmente le tue canzoni. Per massimizzare ulteriormente le possibilità di finire in una playlist, assicurati di inviare la tua musica a Spotify – attraverso il servizio Spotify for Artistsdiverse settimane prima dell’uscita ufficiale.

Assicurati che la tua musica sia di alto livello e ben prodotta, in linea con il genere e lo stile delle playlist in cui vorresti essere inserito. Collaborare con altri artisti, poi, è un ottimo modo per ampliare la tua portata e acquisire nuovi fan. Meglio ancora se si tratta di interpreti già affermati sulle principali piattaforme social, tra cui ovviamente TikTok.

Collaborazioni e coreografie

Lavorando con altri cantanti, infatti, potrai dar vita ad una cross promotion e ottenere così visibilità presso un pubblico più ampio. Alcuni artisti hanno spiccato il volo proprio grazie alle collaborazioni, collaborando anche con interpreti di generi e su mercati piuttosto diversi. L’importante è essere autentici e far sapere al tuo pubblico chi sei veramente. Ovviamente anche tu dovrai avere un canale TikTok ben curato. Mostra nei tuoi video come gli altri utenti possono usare la tua musica, rendendola virale: in quali categorie di clip può essere utilizzata, come tagliarla o remixarla, ecc..

Se la tua musica ben si adatta alle coreografie e agli effetti speciali in voga su questa piattaforma, sei già sulla buona strada. Se fai un genere diverso, ad esempio ballate romantiche, non temere. Ci sono brani degli anni ‘90 – come “I don’t wanna miss a thing” degli Aerosmith o “More than words” degli Extreme – ancora oggi molto popolari sulle piattaforme come Spotify e scelti come colonna sonora – su TikTok – di video con milioni di visualizzazioni.

Ultimi articoli

Camilla Fracasso, dislessica, miope e bionda

Una creator dal taglio sempre ironico: scoprite perché dovreste seguire Camilla Fracasso.

Social-media marketing e nuove tendenze: gli atleti sempre più influencer

Gli atleti godono di una popolarità che va oltre la propria disciplina sportiva e che spinge tanti marchi a puntare su di loro come testimonial per le proprie campagne pubblicitarie sui social.

Reel Instagram vs TikTok, quali sono le differenze?

Dalla durata massima al target da raggiungere: le differenze tra i reel di Instagram e i video di TikTok. Impariamo a sfruttarli al meglio!

Daniele Dal Moro, tutto sulla star TV e influencer

Influencer e modello, Daniele Dal Moro ha partecipato a diverse edizioni di Uomini e Donne e del Grande Fratello.

AI su Snapchat, come postare contenuti creati dall’Intelligenza Artificiale?

Con My AI, l’intelligenza artificiale debutta su Snapchat, nella versione a pagamento. Ecco cosa puoi fare con questo strumento generativo.