Discover

Gnambox: tutte le news sui food blogger

Tra i primi scatti presenti sui loro profili social c’è un semplice piatto di pasta al pomodoro, preparata con gli ingredienti colti nel loro orto. Così prende avvio il progetto Gnambox di Stefano Paleari e Riccardo Casiraghi. Il food blog nonché profilo Instagram tra i più seguiti ed amati in Italia e nel mondo.

La loro passione e l’impegno ha permesso loro di riscuotere uno straordinario successo che li ha portati a stringere partership con le più note aziende del mondo nel ambito del food e del design, come Ikea, e a scrivere il loro libro Gnambox In Food We Trust.

Chi sono Stefano Paleari e Riccardo Casiraghi

Stefano Paleari di origini brianzole e Riccardo Casiraghi, nato a Triuggio, sono due giovani ragazzi con un grande passione comune: la cucina. Dopo avere frequentato le scuole nella zona di Monza, i due si trasferiscono a Milano per inseguire il loro sogno e dar vita al blog. Ricetta dopo ricetta, post dopo post, i due influencer sono riusciti a ritagliarsi uno spazio personale sul web con grande successo e costruendo una carriera da sogno.

Come spesso ricorda Stefano, Gnambox nasce come un hobby, un passatempo, una passione che coltivavano entrambi fin da bambini. Così il tempo per cucinare era quello libero dal lavoro, nei ritagli, per una cena con amici o un pranzo in famiglia.
Poi la scintilla, la voglia di condividere un progetto e creare qualcosa di unico e personale: nel 2012 Riccardo e Stefano aprono il loro primo sito web lasciando il lavoro. Il piano iniziale era quello di sperimentare questa nuova vita per sei mesi, impegnandosi e lavorando affinché questa potesse diventare la loro nuova carriera.

Carriera e riconoscimenti

Così hanno cominciato a realizzare post, foto e contenuti a tema cibo e life style per poi ampliare i temi trattati toccando il mondo travel, le collaborazioni e le partnership con le aziende. Non solo, contestualmente gli influencer si sono impegnati nella programmazione di showcooking ed eventi a tema food and lifestyle. I sei mesi di prova diventano così nove magnifici anni di attività, successi e tanto lavoro.

Nel 2014, solo due anni dopo dalla pubblicazione del primo post sul sito, Riccardo e Stefano pubblicano il loro primo libro dal nome In food we trust. Nello stesso periodo nascono le prime collaborazioni con il mondo della televisione e i follower sui profili social aumentano progressivamente di pari passo con il successo riscosso sulle altre piattaforme.

Qualche anno dopo, nel 2017, al progetto Gnambox viene conferito il premio come Miglior Blog Social del 2017 dall’Associazione Le Soste organizzato da Cucina Blog Award del Corriere della Sera.

Come racconta Stefano Paleari, la scelta di inseguire i loro sogni è stato un atto coraggioso, senza dubbio, ma gli ha consentito di creare una professione ed una vita fatta di soddisfazioni e successi. Se nel 2012 la scelta di aprire un sito web appariva audace ai più, ad oggi, trascorsi quasi 10 anni, la comunicazione nel mondo digitale è la normalità e il progetto Gnambox si integra perfettamente con il panorama social del momento.

È stata, dunque, l’intuizione creativa di Stefano e Riccardo, definendo una propria identità digitale, a renderli riconoscibili in tutto il mondo con uno stile unico e inimitabile. Ad oggi il profilo Instagram @gnambox conta 175 mila follower.

Food Blogger per passione

Il sito Gnambox è ormai diventato uno dei più visitati. Stefano e Riccardo hanno infatti trasformato quello che inizialmente era un semplice blog di cucina in un contenitore in cui parlare di stile, viaggi e notizie sul mondo gastronomico.

Il crescente e costante successo degli Gnambox ha quindi portato la coppia a collaborare con celebri aziende del settore. Infatti, sui loro profili social i ragazzi postano diversi contenuti pubblicitari. Ma non è tutto, sono numerosi i brand che hanno contattato Stefano e Riccardo per organizzare eventi, presentazioni e showcooking.

La passione dei due giovani per la cucina si è in breve tempo trasformata in un lavoro trasformandoli di fatto in food blogger e influencer. Questo ha permesso agli Gnambox di poter estendere il loro lavoro anche al di fuori del web grazie al loro primo libro di cucina dal titolo In food we turst edito da Mondadori nel Maggio 2014. Nello stesso momento la coppia partecipa anche a numerosi programmi televisivi.

Nel 2017 gli Gnambox hanno ottenuto il premo come Blog dell’anno dall’Associazione Le Soste e come Miglior Blog Social da parte del quotidiano il Corriere della Sera. Il successo, secondo Stefano Paleari e Riccardo Casiraghi, è arrivato grazie al coraggio e alla determinazione profusa fin dall’inizio in questo progetto. Seguire la propria passione ha permesso infatti hai ragazzi di trovare la propria strada. La coppia ha cominciato nel 2012 quando il mondo del web era ancora agli albori e la figura dell’influencer non godeva dell’adeguato riconoscimento.

Probabilmente fu proprio questo a guidare Stefano e Riccardo: la voglia di credere in un’intuizione e di lavorare affinché il progetto potesse prendere vita diventano una vera e propria professione.

Gnambox In Food We Trust: Il libro di ricette

Come ogni progetto, anche il primo libro degli Gnambox ossia In Food We Trust, è nato come strumento di comunicazione utile per parlare di cibo in ogni sua sfaccettatura.

A Maggio 2014 è infatti uscito il libro in cui il duo ha raccolto 150 ricette in grado di sintetizzare la loro idea di cucina. Il testo include infatti una selezione di piatti facili da realizzare accomunati tutti da un unico principio: la stagionalità. Questa è infatti una regola applicata alla maggior parte delle ricette proposte da Stefano e Riccardo.

Secondo i food blogger, infatti, le ricette possono essere divise in base agli ingredienti e per ciascuno di essi (frutti e ortaggi) hanno indicato il mese in cui poterli trovare con maggiore facilità. Quasi come un dizionario di cucina, partendo dalla lettera A di albicocche arrivando alla Z di zucchine, gli Gnambox hanno costruito una sorta di guida utile per coloro che amano acquistare e consumare prodotti di stagione. Non solo, In Food We Trust, raccoglie altresì una selezione di ricette di spuntini e merende.

Seguendo il principio del Junk Good, il duo ha ideato e proposto ai propri lettori una serie di idee sane per realizzare barrette di cereali e frutta, tramezzini, e molto altro. Affinché il libro potesse essere apprezzato proprio da tutti, la coppia ha incluso anche ricette vegetariane, senza glutine e senza latticini.

Non mancano poi ricette di cosiddetto comfort food pensate sia per la stagione fredda che per l’estate. Il libro degli Gnambox può quindi essere descritto come un ricettario che in ordine alfabetico, seguendo il principio della stagionalità, snocciola 150 ricette per tutti i gusti. L’idea era infatti quella di consentire a chiunque di dare vita a piatti deliziosi anche con pochi ingredienti.

Oltre alle ricette, Stefano e Riccardo hanno posto particolare cura alla grafica aggiungendo legende, loghi e contrassegni per rendere immediatamente individuabili tutte le ricette speciali pensate appunto per vegetariani, intolleranti al glutine e ai latticini.

La guida di Milano di Gnambox

Milano, la città che ha adottato Stefano e Riccardo, fa da cornice alla loro vita. Per questo i due influencer hanno deciso di dedicargli un’intera guida, che permetta ai cittadini e ai turisti di scoprire posti nuovi o riscoprirli secondo la prospettiva di Stefano e Riccardo.
Nel sito web Gnambox è possibile trovare la sezione WOW MILANO nella quale i blogger inseriscono costantemente locali e ristoranti che loro stessi frequentano. È una lista sincera e pratica, come quelle che si realizzano per gli amici in visita ad una città già conosciuta. Ben strutturata e dettagliata, questa guida permette a chiunque di districarsi nella vastissima offerta del capoluogo lombardo.

Coffe e Breakfast

Nella categoria COFFEE & BREAKFAST è possibile trovare la recensione di locali come Loste Cafè, una caffetteria pasticceria dai sapori Nord europei, Marlà, una rinomata pasticceria milanese che offre specialità tipiche ma anche dolci come il loro celebre Maritozzo, Lu Bar un’incantevole location nella Villa Reale che offre ai propri ospiti specialità siciliane e Marchesi, una delle pasticcerie simbolo della tradizione milanese.

Ristoranti e bistrot

Nella sezione dedicata ai RISTORANTI & BISTROT è possibile scoprire posti come Osteria alla Concorrenza, un locale intimo nel quale assaporare ottimi vini e piatti tipici tradizionali, Al Mercato Steaks Burgers dove assaporare panini realizzati con ottime materie prime e dai sapori innovativi, Montelombroso, una location unica dove rilassarsi tra cibo e buon vino e The Botanical Club che serve poke, toast e un ottimo gin&tonic.

Trattorie

Per la sezione TRATTORIE gli Gnambox hanno selezionato location come Trippa, la trattoria 2.0 con twist in più, Trattoria Arlati, una classica trattoria milanese dove gustare le specialità tipiche regionali e Sala Venezia, dove assaporare ottimo cibo e liberarsi in pista nei classici balli di altri tempi come la mazurca, il twist o il valzer.

Pizzerie

PIZZA LOVERS è la guida dedicata agli amanti della pizza che ricercano a Milano i sapori della ricetta tradizionale ma anche un tocco di innovazione. Qui i pizza lovers potranno trovare locali come Berberè un locale simbolo per la produzione di pizza artigianale con ingredienti naturali e di alto livello, Marghe che offre una ridotta selezione di pizze di eccellente qualità, ideale per veri intenditori, Pizzium un vero viaggio tra i sapori di Napoli e Dry, un posto dove pizza e cocktail si uniscono in un connubio perfetto.

Cucina straniera

NOT ITALIAN FOOD è la guida dedicata ai ristoranti di cucina tipica di altri paesi tra i più noti di Milano come Le Nove Scodelle, un ristorante che permetterà a chiunque di assaporare i piatti tradizionali della cucina cinese, Chiuaua Tacos, tacos e cucina sudamericana in una location unica nel suo genere, Fan Wu un luogo minale ed estremamente elegante dove mangiare ravioli piccanti e pollo cucinati con ricette asiatiche tradizionali e Casa Ramen il posto ideale per gli amanti della tipica pietanza giapponese.

Aperitivi

Nella sezione dedicata agli APERITIVI & DRINKS è possibile trovare location esclusive come Champagne Socialist, nella quale è possibile assaporare vini naturali pregiati e selezionati ma anche ottimo cibo e aperitivi, Enoteca Naturale nella quale l’attenzione al cibo e alle materie prime di eccellente qualità la fanno da padrona, Bar Basso un punto di riferimento per i milanesi doc ed un bar storico dove provare un aperitivo caratteristico della città, Elita Bar una location dedicata agli amanti dei cocktail gourmet e dell’estetica, The Botanical Club il tempio del gin dove poterne provare più di 100 tipologie e Torre @ Fondazione Prada dove opere d’arte, cocktail e buon cibo si fondo insieme per regalare ai clienti un’esperienza unica nel suo genere.

Street food

La categoria STREET FOOD, specialità degli Gnambox, è costellata di location ideali dove assaporare cibo di eccellente qualità come Crosta Lab che propone la loro tipica pizza a portafoglio da mangiare passeggiando per le vie di Milano, Poormanger un locale nato a Torino e sbarcato a Milano dopo il grande successo dove poter mangiare la classica patata farcita con condimenti saporiti ed innovativi, Giannasi 1967 un’istituzione meneghina dove gustare un ottimo pollo arrosto e tante specialità di rosticceria, Macelleria popolare con un menù interamente a base di carne, Maido nel quale assaporare una speciale frittata street food condita con carne, pesce o verdure e Pescaria nel quale assaporare panini a base di pesce freschissimo.

Pasticcerie

Infine, la guida WOW MILANO si conclude con una sezione interamente dedicata a PANE, DOLCI E GELATI. Qui è possibile trovare Sbam una gelateria che offre gusti classici e innovativi con una particolare attenzione agli ingredienti, Pasticceria Sissi un classico milanese nel quale i cittadini amano gustare ottime colazione a base di specialità di pasticceria italiana e non, brioche deliziose e molto altro, Ziva una pasticceria che confeziona dolci e gelato artigianale, specialità salate e sandwich.

Giacomo Pasticceria un’elegante location con un look da tipica bottega di altri tempi dove poter acquistare dei veri e propri gioielli di pasticceria di qualità, Grissinificio Edelweiss istituzione nel cuore del capoluogo lombardo, offre pane e prodotti da forno dal sapore autentico, Knam pasticceria che prende il nome dal suo celebre fondatore, propone torte e dolci di qualità eccellente, specialità classiche della tradizione italiana, rivisitazioni e prodotti totalmente innovativi frutto del genio creativo di Ernst Knam e Mascherpa un locale pensato per gli amanti del tiramisù che offre diverse varianti dello stesso dolce tutte caratterizzate da un sapore unico e dalla accurata selezione degli ingredienti.

La guida si presenta come un viaggio nei sapori all’interno della meravigliosa cornice di Milano che Riccardo e Stefano hanno ideato per omaggiare la loro città e per permettere ai loro follower di vivere un’esperienza da veri Gnambox.

Le ricette migliori

Gli Gnambox hanno ottenuto il loto successo online e offline grazie alle loro ricette facili, economiche e adatte a tutti. Ecco una carrellata delle loro ricette migliori.

Crostino di polpo con zucchine al timo

Questa ricetta unisce due capisaldi della cucina di Stefano e Riccardo ossia il polpo e i crostini. L’abbinamento è stato pensato per offrire una soluzione pratica per un aperitivo o per un piatto principale da realizzare in poco tempo.

Il segreto è infatti la cottura del polpo la quale deve essere eseguita seguendo un particolare procedimento affinché rimanga morbido.

Per preparare questa ricetta occorrono (per 4 persone):
• 1 kg di polpo;
• 4 fette di pane;
• 4 zucchine;
• pomodori secchi sott’olio;
• senape;
• aglio;
• timo;
• aceto;
• olio extra vergine di oliva;
• sale;
• pepe.

Per cominciare, immergere il polpo in acqua fredda e aceto (un bicchiere) e portare a bollore. Cuocere per 40 minuti. Trascorso questo tempo spegnere il fuoco e lasciare raffreddare il polpo nella pentola con la sua acqua. Gli Gnambox suggeriscono di utilizzare un polpo decongelato poiché rimarrà più morbido rispetto a quello fresco. Coloro che preferiscono cuocere il polpo a bassa temperatura potranno riporlo all’interno di un sacchetto per il sottovuoto specifico per la cottura e cuocerlo a 77 gradi per 5 ore. Lavare e tagliare le zucchine a pezzi, cuocerle in padella con olio, timo e aglio schiacciato. Aggiungere poi i pomodori secchi sott’olio e cuocere per qualche minuto. Aggiungere poi sale e pepe. Infine, tostare e condire il pane con olio, distribuire le zucchine e il polpo (poi rosolato in padella) e servire con timo fresco, pepe e senape.

Crostino con fiori di zucca, asparagi e ricotta

Come suggerito dagli Gnambox, i crostini sono ideali per cene e aperitivi organizzati all’ultimo minuto. Questa è quindi una ricetta facile e veloce con pochi ingredienti che tutti possono creare.

La base di questa ricetta è il pane che deve essere di buona qualità. A questo andranno aggiunti condimenti, creme, spezie ed erbe aromatiche. Per la parte cremosa, il consiglio di Stefano e Riccardo è quello di orientarsi verso hummus e formaggi mentre per le salse è necessario scegliere quelle che maggiormente possano sposarsi con verdure, legumi, salumi e pesce.

Infine l’olio, che deve essere di ottima qualità così come le spezie o le erbe aromatiche. La versione dei crostini proposta dalla coppia prevede ricotta aromatizzata con limone, asparagi e fiori di zucca.

Per prepararli occorrono (per 4 persone):
• 200 g ricotta;
• 6 fiori di zucca
• 4 punte di asparagi
• 4 fette di pane;
• limone;
• timo fresco;
• olio extra vergine di oliva;
• sale;
• pepe.

Iniziare tostando il pane. Nell’attesa unire alla ricotta il sale e la scorza del limone, mescolare finché tutti gli elementi non saranno amalgamati. Procedere condendo il pane con olio. Spalmare la ricotta e aggiungere i fiori di zucca e gli asparagi crudi. Questi ultimi dovranno essere tagliati a metà. Finire aggiungendo un pizzico di sale, pepe, timo e qualche goccia di olio.

Feta al forno con asparagi e pomodorini

Questa è, a detta degli Gnambox una delle ricette più semplici che abbiano mai scritto. La feta, se cotta al forno, diventa morbida e deliziosa e, aggiungendo il condimento adeguato può diventare un piatto ottimo e molto apprezzato. Più in particolare, questa ricetta prevede l’aggiunta di asparagi, olive e pomodorini per un piatto mediterraneo che unisce i sapori estivi e primaverili. Tuttavia, è possibile aggiungere tutte le verdure che si desiderano. L’importante è condirle con olio, sale e spezie.

Per preparare la ricetta della feta al forno degli Gnambox occorrono:
• 300 g di pomodorini;
• 200 g feta;
• 200 g asparagi;
• olive;
• timo fresco;
• olio extra vergine di oliva;
• sale;
• pepe.

Cominciare tagliando i pomodorini in quarti e gli asparagi avendo cura di tenere intere le punte. Unire tutta la verdura in una ciotola, aggiungere le olive e condire con olio, sale, pepe e timo. Mettere poi la feta nel forno in una teglia accuratamente oleata con le verdure. Cuocere per 20 minuti a 200 gradi. Infine servire aggiungendo timo fresco, olio e pepe a piacere.

Brownie al cioccolato vegano

Per questa ricetta gli Gnambox hanno pensato di soddisfare anche chi predilige l’alimentazione vegana. Si tratta infatti di un buonissimo brownie al cioccolato senza uova e burro. Grazie alla farina di cocco, è infatti possibile ottenere un dolce gustoso, adatto proprio a tutti.

Per prepararlo occorrono:
• una teglia 38×18 cm;
• 350 ml di acqua;
• 180 g farina tipo 1;
• 50 g di cacao amaro;
• 200 g di zucchero;
• 90 g farina di cocco;
• 80 g di olio di semi;
• 8 g lievito per dolci;
• sale;
• gocce di cioccolato e cocco rapé per servire.

Cominciare la preparazione unendo acqua, olio e zucchero. Mescolare finché quest’ultimo si sarà completamente sciolto. In una ciotola unire invece farina, cacao, lievito e un pizzico di sale. Aggiungere le polveri agli ingredienti umidi e mescolare fino ad ottenere una consistenza omogenea. Foderare la teglia con carta forno oppure oliare accuratamente. Trasferirvi quindi il composto e cospargere con gocce di cioccolato. Cuocere per 30 minuti a 170 gradi. Infine spolverare con cocco rapè e servire.

Insalata di lenticchie, rapa rossa e mandorle

Questa ricetta rientra tre le più originali proposte dagli Gnambox. Fresca e semplice da preparare rappresenta un pasto completo poiché contiene al suo interno tutti gli elementi necessari. Lenticchie, mele e rape rosse sono la base a cui aggiungere il condimento. Oltre all’aceto, Stefano e Riccardo suggeriscono di utilizzare anche il sommacco. Questa è una spezia proveniente dal Medio Oriente e ottenuta da una particolare bacca di colore rosso.

Per preparare l’insalata di lenticchie, rape rosse e mandorle occorrono:
• 250 g lenticchie cotte;
• 250 g barbabietole crude (o rape rosse);
• 30 g mandorle;
• 1 mela verde;
• cipolla rossa;
• 2 cucchiaini di sommacco;
• rucola;
• olio extra vergine di oliva;
• aceto di mele;
• sale;
• pepe.

Iniziare lavando e sbucciando accuratamente le barbabietole o rape rosse. Tagliarle poi a dadini di circ 1 cm. Effettuare le stesse operazioni con le mele verdi. In una ciotola unire la mela, le rape rosse e le lenticchie. Tagliare circa 1/4 di cipolla rossa a fettine sottili e aggiungerle agli altri ingredienti insieme alle mandorle. Condire con sale, pepe, olio extravergine, aceto di mele (abbondante) e sommacco. Mescolare accuratamente e lasciare riposare in frigorifero affinché tutti gli ingredienti acquisiscano il sapore dell’aceto. Prima di servire aggiungere la rucola e l’olio.

Se siete appassionati di food e abitate a Roma o nei dintorni, scoprite chi sono i 10 food influencer più seguiti.

Foto Credit: Instagram @gnambox

Ultimi articoli

Fedez e J-Ax, dopo la pace arriva un concerto benefico

L’evento "Love Mi" si terrà a Milano il 28 giugno e sarà trasmetto in diretta su Italia1.

Anna Dello Russo sceglie Armani per i suoi 60 anni

La storica direttrice di Vogue Japan è oggi una fashion influencer

!

A tu per tu con The Quinetto’s: tra i 20 TikToker più seguiti d’Italia

Sono una coppia di creator italiani con numeri da capogiro su TikTok e su YoTube. Stiamo parlando dei The Quinetto's. Li abbiamo intervistati ed ecco quello che ci hanno raccontato.

Rkomi Sanremo 2022: canzone, duetto e curiosità

Mirko Manuele Martorana in arte Rkomi partecipa quest'anno a Sanremo tra i big. Tutto quello che c'è da sapere su questo artista.

Food influencer Roma: chi sono i 10 più seguiti

Se il cibo è la vostra passione e abitate in zona Roma ecco i food influencer da seguire per farsi venire l'acquolina in bocca.