Discover

Human Safari, i viaggi di Nicolò Balini

La passione per i viaggi è una cosa che accomuna tantissime persone infatti nell’ultimo periodo ci sono sempre più contenuti su internet da poter consultare in merito all’organizzazione di un viaggio. Ed è proprio questa passione che ha spinto un giovane ragazzo ad intraprendere uno dei lavori più invidiati del web e del mondo.

Nicolò Balini, conosciuto come Human Safari, ha fatto dei viaggi non solo il suo lavoro, ma uno stile di vita a cui non vuole rinunciare. È diventato uno dei travel influencer italiani più seguiti, conquistando video dopo video i cuori dei suoi followers.

Ma andiamo a conoscere più da vicino questo personaggio, scoprendo nel dettaglio chi è Nicolò Balini e quali sono stati i suoi viaggi.

Foto credit: Instagram @humansafari

Chi è Human Safari

Noto come Human Safari, Nicolò Balini è nato il 27 agosto del 1991 in provincia di Bergamo, nello specifico nel paesino di Fara Gera D’Adda. Inizia a viaggiare fin da piccolissimo, infatti il suo primo viaggio all’estero lo ha intrapreso quando aveva soltanto un anno. Lui insieme alla sua famiglia visitarono il Marocco, un paese dai mille colori e profumi.

Quindi i viaggi hanno sempre fatto parte della sua vita, anche perché il padre possiede tre agenzie di viaggi, a Cassano, Caravaggio e Treviglio, chiamate Adda Viaggi.

Anche se già in tenera età ha iniziato ad esplorare il mondo, Nicolò non avrebbe mai immaginato di ritrovarsi con un lavoro che gli permettesse di girare per la terra in lungo e in largo. Ma come è arrivato allora a diventare un punto di riferimento per il settore travel?

Com’è iniziato tutto

Tutto è iniziato nei primi anni delle scuole superiori. I primi due anni li ha svolti in un Liceo Scientifico ma al secondo viene bocciato. Ed è a questo punto della sua vita che le cose iniziano a prendere una piega diversa.

Infatti decide di cambiare scuola e si iscrive all’Istituto Turistico di Treviglio. La sua nuova scuola gli permette di entrare a far parte del mondo del lavoro grazie agli stage che venivano organizzati per vedere più da vicino la professione del settore turistico.

Intanto inizia a sviluppare un’altra sua passione: la realizzazione di video. Ha cominciato proprio durante gli anni scolastici, quando c’era l’occasione di andare fuori classe per le gite. Nicolò amava filmare i posti in cui si recava con i professori e i compagni di classe per immortalare quei ricordi e conservarli per sempre.

Una volta terminata la scuola, decide di lavorare nell’agenzia di viaggi del padre. Il ruolo che svolgeva era quello di accompagnare i gruppi di turisti durante i viaggi. Nel frattempo si dedicava anche ai video.

Come lui stesso ammette, inizialmente non era molto bravo nel videomaking, quindi era difficile che un cliente lo chiamasse per due volte di seguito. Ma a lui bastava poco, infatti accettava lavori di pubblicità aziendali e realizzazioni video per matrimoni. Tutto quello che guadagnava grazie a questi lavoretti, li investiva poi nei suoi viaggi.

Ad un certo punto però capì che non voleva più lavorare nell’agenzia di suo padre perché voleva dedicarsi completamente alla passione per i video, sognando di diventare un videomaker professionista. Quindi lascia il lavoro e apre una partita IVA.

Anche se per Nicolò non è stato facile sostenere tutte le spese che comporta avere una partita IVA, riesce comunque a lavorare creando video per alcuni clienti di Milano.

Ma da dove nasce l’idea di aprire un canale YouTube?

Come abbiamo già accennato, a Nicolò piace conservare i ricordi, quindi all’età di 17 anni comincia a coprire le pareti bianche della sua stanza con foto, annunci e ritagli di giornali. Un giorno, guardando tutto quello che aveva appeso alla parete, si soffermò su un ritaglio di giornale in particolare e la sua attenzione venne colpita da due parole: Human Safari. Anche se non conosceva il significato di quelle parole o a cosa si riferissero, lui ne rimase così colpito che nel 2012 decise di aprire un canale YouTube chiamandolo proprio Human Safari.

Human Safari e il suo primo video su youtube

Quando pubblicò il suo primo video, registrato sul balcone di casa sua e che ritraeva i prati di Fara, non avrebbe mai pensato di poter arrivare ai 916.000 iscritti che conta oggi il suo canale. All’inizio Nicolò caricava i video sul canale per mostrare agli amici quelle che erano le sue creazioni di videomaker.

I contenuti che pubblicava però, ricevevano sempre più apprezzamenti positivi sui social. Infatti il primo video ad avere successo fu pubblicato quello stesso anno e ancora oggi riscuote tantissime visualizzazioni: On/Off (volume 1 e volume 2). Si tratta di una raccolta di brevissimi video fatti in diversi viaggi e raggruppati in pochi minuti di filmato.

È un’idea a dir poco geniale che ha conquistato l’attenzione di migliaia di persone e ha portato il canale di YouTube, Human Safari, a crescere sempre di più. Da quel momento Nicolò si è impegnato per ampliare le sue competenze riguardo al settore fotografia e video, studiando tutte le tecniche e i prodotti da usare per creare montaggi qualitativamente migliori.

E in pochi anni è diventato il travel blogger più conosciuto d’Italia. Visto che i numeri di iscritti e visualizzazioni erano in forte crescita, automaticamente molte aziende hanno stretto una collaborazione con Human Safari.

Alcune delle quali sono: LG, Samsung Italia, GoPro, Disneyland Paris, Citroën, Ubisoft, Blueberry Travel, HP, Moto GP, Jeep, Activision, Hotel World e tante altre.

Ma, oltre alla sua bravura nel creare video e foto, Nicolò arriva al cuore degli utenti anche per la sua semplicità, genuinità e voglia di divertirsi.

Tutte queste qualità le ha coltivate con il tempo, infatti come lui stesso racconta, è sempre stato un ragazzo molto timido, ma dopo aver seguito un corso per animatori turistici durante gli anni scolastici e grazie all’esperienza intrapresa sul web, Nicolò ha sconfitto la sua timidezza lasciando uscire fuori tutte quelle qualità che ora in tanti apprezzano.

In effetti riesce a comunicare alle persone tutto quello che prova nel corso dei suoi viaggi. Lo fa con un modo semplice di raccontare le sue avventure, senza mai essere volgare o scontato, ecco perché arriva al cuore di chi lo guarda. In breve, più che un lavoro, il canale di You Tube è stato aperto grazie a due passioni che unite alle capacità di un giovane ragazzo, gli hanno permesso di avere il successo di cui oggi molti ne invidiano i risultati.

Man mano che gli iscritti aumentavano, il canale Human Safari prese una sorta di appuntamento con i suoi followers, infatti ogni domenica mattina veniva pubblicato un video in cui Nicolò mostrava le sue avventure in giro per il mondo, facendo sognare tutti quelli che per un motivo o per un altro, non possono viaggiare. Più tardi, intorno al 2018, Nicolò crea un secondo canale, che oggi conta 722.000 iscritti, in cui si diletta a caricare video più volte alla settimana.

Nel 2015 Nicolò intraprende un altro progetto, organizza viaggi con gruppi di persone, gli iscritti ai suoi canali. Stanco di viaggiare da solo, si cimenta in questa opportunità per condividere subito le emozioni che prova con altri mentre è in viaggio.

I tour che organizza non sono di certo semplici, infatti, insieme al suo gruppo, si ritrova dormire poco, a percorrere tantissimi chilometri al giorno e ad assaggiare tutte le pietanze strambe in cui si imbatte nelle città che visita.

Il suo primo libro

Nel 2018, nel mese di novembre, Nicolò pubblica il suo primo libro intitolato Istantanee intorno al mondo in cui si trovano diverse foto scattate con varie attrezzature (indicate nelle prime pagine). Come lui stesso afferma, non ha scelto immagini di alta qualità, nitide o le migliori che abbia mai scattato, ma ha preferito realizzare un libro come se fosse un diario di viaggio, composto dalle sue foto preferite, che anche se opache o sgranate, sono il ricordo di momenti indimenticabili.

Tour operator, SiVola

Poco prima della pandemia da Covid-19, Nicolò insieme ad alcuni soci, decide di fondare un proprio tour operator, SiVola, in cui offre un’ampia gamma di viaggi completamente organizzati in diverse parti del mondo.

Alcune delle mete più gettonate sono la Lapponia, le Hawaii, il Giappone e l’Islanda. Ogni viaggio è coordinato dalla squadra di cui fa parte anche Nicolò, ragazzi che hanno maturato una grande esperienza e che sono pronti per trasmetterla anche ai partecipanti del viaggio.

Il secondo libro di Human Safari

Nel 2020 invece pubblica il suo secondo libro, intitolato Todo Cambia. Questa volta non è un libro in cui mostra i luoghi che ha visitato, ma racconta una delle esperienze più belle che abbia mai fatto, il Cammino di Santiago.

Nel libro narra del suo pellegrinaggio durato 40 giorni, delle fatiche fisiche, riflessioni, episodi comici e di tutti gli incontri fatti durante il cammino.

Si rivolge ai lettori come se loro facessero parte del suo viaggio, catapultandoli così nelle emozioni che ha provato durante tutto il suo percorso e per farli vivere, anche solo con la mente e l’immaginazione, le esperienze che lo hanno accompagnato.

Ma ora entriamo nel vivo del suo lavoro, considerando quali sono stati alcuni dei viaggi più belli di Human Safari.

Human Safari
Foto credit: Instagram @humansafari

Human Safari: i viaggi più belli

Nicolò Balini, alias Human Safari, ha visitato più di 80 paesi del mondo. Da come si può notare dai suoi video, Nicolò non predilige i viaggi lussuosi, anzi ama il campeggio, i road trip e tutti quei modi per vivere davvero appieno il posto in cui si trova.

È in questo modo che crea un legame particolare con il paese che visita. Tra tutti le nazioni che ha visitato nel corso della sua vita, alcuni dei viaggi più belli li ha intrapresi in Giappone, Thailandia, Stati Uniti e i grandi parchi, Lapponia Svedese e Islanda.

Giappone

Il Giappone rientra tra i viaggi più belli di Human Safari. Sono tante le volte che si è recato nel paese del Sol Levante, sia per accompagnare i gruppi che in autonomia. Uno dei periodi più belli per visitare il Giappone è sicuramente durante la fioritura dei ciliegi, quando tutta l’isola si riempie di odori e colori.

Human Safari ha visitato molte città di questa splendida nazione. Prima fra tutte Tokyo, una metropoli enorme, suddivisa in quartieri più piccoli tutti da esplorare. Chi conosce Human Safari sa che nei suoi viaggi non può assolutamente mancare la gastronomia, e uno dei paesi del Giappone dove si possono assaggiare dei piatti particolari è Sendai.

Inoltre assolutamente da non perdere in un viaggio in Giappone sono i templi, che si trovano in svariati posti come Miyajima, Yamadera, Morioka, Nara e uno dei più famosi Fushimi Inari.

Thailandia

Un’altra delle nazioni in cui Human Safari è ormai abituato ad andare è il paese del sorriso, la Thailandia. Questo luogo del Sud Est Asiatico è una delle mete preferite dai viaggiatori di tutto il mondo grazie alla cultura affascinante del posto, dello street food low cost e dei bellissimi paesaggi cittadini e naturali che stupiscono gli occhi di chiunque si rechi sul posto.

Ovviamente il tour della Thailandia non può che partire dalla sua capitale cosmopolita, Bangkok, un tripudio di colori, profumi, divertimenti e cultura in grado di conquistare il cuore di tutti i viaggiatori.

Human Safari spesso si è recato nel nord della Thailandia precisamente a Chiang Mai e Chiang Rai dove si può fare trekking sulle montagne, rafting sul fiume, visitare templi, passeggiare tra i mercati e tanto altro ancora.

Vale la pena anche visitare l’antica capitale della Thailandia, Ayutthaya in cui ci sono i resti di templi distrutti dai birmani davvero suggestivi da vedere. Non possono poi mancare di certo le meravigliose isole del sud, tra le più belle troviamo indubbiamente le Phi Phi Island con l’incantevole spiaggia Maya Bay.

America

Lasciamo l’Asia per dirigerci in America alla scoperta dei grandi parchi nazionali. Questo è decisamente uno dei viaggi più belli di Human Safari perché in pochi giorni riesce a vedere tantissimi parchi americani, di quelli che si vedono nei film.

Proprio come la Death Valley National Park, che letteralmente significa Valle della Morte, situata tra la California e il Nevada. Anche se il nome può far sembrare che all’interno del parco non ci sia niente da vedere, si può ammirare una varietà immensa di canyon, dune di sabbia, oasi e una svariata ricchezza di flora e fauna.

Per recarsi in altri parchi bisogna attraversare una delle strade più famose del mondo, la Route 66 che collega Los Angeles a Chicago. Percorrere questa strada significa vivere appieno lo spirito Americano.

Uno dei parchi forse più visitati degli Stati Uniti è il Grand Canyon, di una vastità immensa e caratterizzato da strati di roccia rossa che riescono ad incantare tutti i visitatori. Per continuare l’Antelope Canyon è un parco dalla bellezza stupefacente, formatosi grazie a condizioni meteorologiche estreme attraverso migliaia di anni.

All’interno del canyon si possono osservare formazioni di roccia e sabbia dalle sagome e colori straordinari. Oltre a questi e altri parchi, nei viaggi di Human Safari non può di certo mancare una visita alle città della zona, in questo caso Hollywood e Las Vegas due metropoli iconiche degli Stati Uniti.

Lapponia

Uno dei viaggi must di Human Safari è la Lapponia Svedese. La parola che caratterizza un viaggio in Lapponia è avventura, tra i paesaggi meravigliosi innevati e la pace che questi posti regalano. Una delle tappe più emozionanti del viaggio è quando si raggiunge il 66° parallelo che dà inizio al Circolo Polare Artico.

Qui durante la giornata si possono incontrare renne per la strada mentre la sera si può restare estasiati da uno degli spettacoli più belli della natura, l’aurora boreale. Una delle tappe di Human Safari per questo viaggio è la visita del parco di Abisko dove si può passeggiare tra montagne, cascate e ghiacciai, il tutto contornato da panorami incredibili.

Ma come abbiamo già accennato, in Lapponia non può mancare l’avventura. A questo riguardo con Human Safari si è certi che non c’è tempo per annoiarsi tra un giro per la foresta svedese in motoslitta e un Safari trainati dai bellissimi cani Husky. Per non parlare del villaggio parrocchiale di Gammelstad diventato Patrimonio dell’Unesco.

Islanda

Restiamo sempre in Europa, ma stavolta uno dei viaggi più belli di Human Safari è stato fatto in Islanda, un paese ricco di bellezze naturali che rimangono nel cuore di tutti colori che ci vanno. In Islanda si trova il vulcano Fagradalsfjall che, essendo attivo, può eruttare in qualsiasi momento ed è meraviglioso camminare tra le sue falde per vedere da vicino tutta la sua potenza.

Inoltre si può passeggiare nel parco nazionale Thingvellir sulla spaccatura che separa il continente Europeo da quello Americano. Un’altra esperienza surreale è andare nei pressi del geyser Strokkur che erutta ininterrottamente durante la giornata. Il paesaggio forse più famoso dell’Islanda è la cascata Skogafoss, immersa nel verde del sud della nazione.

Come al solito, in ogni viaggio di Human Safari non si può non fare una cosa avventurosa o di folle e in questo caso si parla di una piscina naturale che si trova tra le montagne in cui ci si può tuffare mentre le temperature sono ghiacciate. Ma se non si ha il coraggio di farlo, c’è una valida alternativa, la piscina Blue Lagoon con acqua calda.

Come contorno a tutte le cose da fare in Islanda, non può mancare la caccia all’aurora boreale, uno spettacolo che fa incantare i suoi osservatori.

Tutte le fidanzate di Human Safari

La vita sentimentale di Human Safari non è molto pubblica, infatti si conosce poco o niente di tutte le fidanzate che ha avuto.
Negli ultimi anni però, una ragazza compariva sempre nei suoi video di viaggi, erano sempre insieme e quindi qualche notizia sulla loro relazione è trapelata.

Giulia Premi

Stiamo parlando di Giulia Premi. Coloro che seguono Human Safari l’avranno vista davvero spesso comparire nel suo canale. Grazie alla partecipazione ai video di Human Safari, i suoi followers sono cresciuti tantissimo in poco tempo.

Giulia nasce a Crema e come si può notare dai suoi profili social, è una Content Creator di viaggi, fotografia, lifestyle ecc. Inoltre si occupa di Graphic Design, infatti ha lavorato anche con Nicolò.

Foto credit: Instagram @giuliapremi

Human Safari: video e attrezzatura

Grazie ai video di Human Safari, viaggiano insieme a lui intorno al mondo migliaia di persone. Infatti ogni suo filmato riscuote tantissime visualizzazioni, sia per i fantastici viaggi che intraprende sia perché i suoi video catturano l’attenzione grazie alla qualità delle immagini e a riprese spettacolari, abbinate a musica sempre azzeccata.

Il lavoro del videomaker può sembrare facile, ma porta via tantissimo tempo. Prima di tutto Human Safari registra tutto quello che poi vuole far vedere ai suoi followers.

Per fare questo ovviamente non si fa mai mancare una buona attrezzatura per fare video e riprendere ogni momento che ritiene sia valido, che può essere qualsiasi cosa, come un argomento di conversazione, una cena con pietanze locali, una folle impresa, panorami mozzafiato, animali che incontra durante le sue avventure e qualunque altra cosa che possa piacere a lui e che poi trasmette a chi lo segue.

Dopodiché arriva il momento del montaggio dei video. Nicolò spesso si occupa di questo mentre è ancora in viaggio, ad esempio dopo aver visitato un posto o una città, al rientro in hotel si dedica al montaggio, o anche quando si trova sull’aereo per spostarsi da un luogo ad un altro. Naturalmente lo fa anche quando torna a casa dopo le sue avventure.

Approfitta di ogni momento perché non è semplice montare un video in poco tempo, soprattutto se i contenuti sono tanti. È impegnativo cercare le musiche adatte, scegliere con cura le immagini da mostrare, fare dei tagli e per realizzare tutto questo ci può volere anche più di una settimana. Per questo tipo di lavoro, Nicolò usa il MacBook.

Essendo un videomaker ormai affermato, Nicolò ha bisogno di un’attrezzatura che gli permetta di avere una qualità delle immagini ottima.

La sua attrezzatura

La sua macchina fotografica di riferimento che utilizza sia per i video che per le foto è la Sony A7s3, è una mirrorless full frame che permette di riprendere e fotografare ad una qualità altissima (4K) e in qualsiasi condizione di luce, anche al buio.

È una compatta, quindi molto comoda da portare nello zaino durante gli spostamenti. L’obiettivo principale che abbina a questa macchina fotografica è il Sony 16-35 ideale per fotografare al buio ad esempio le stelle e per filmare più da vicino cose o animali che si trovano molto lontano.

Poi c’è il Sony 28 F2 per avere delle immagini molto nitide e può diventare 21MM con la Conversion Lens per fotografare ad esempio le stelle. Un’altra fotocamera che Nicolò usa è la Sony A6400 insieme all’ottica Sony 10-18 F4 che ha la caratteristica di avere una lente ultra grandangolare.

Entrambe le fotocamere possono essere caricate con le loro batterie specifiche, sempre della Sony. Uno strumento che è molto utile per fare dei bei video è un buon cellulare.

Nicolò usa l’iPhone 11 Pro Max che ha una buona qualità di immagini e video e può essere usato cambiando diverse lenti direttamente dalle impostazioni del telefono, quindi senza portarsi dietro altri zoom da montare in caso di necessità.

Per le action cam troviamo:

  • GoPro HERO9, una action cam molto versatile che riesce a registrare in qualsiasi condizione;
  • Sony fdr x3000 che anche se non ha una stabilizzazione ottima, la qualità dell’audio è eccellente.

Invece per quanto riguarda i droni:

  • DJI MAVIC 3 con doppia telecamera;
  • DJI MAVIC MINI 2 dall’ottima qualità video e batteria duratura.

Per la fotografia analogica:

  • Instax SQ6 che permette di fare foto istantanee quadrate;
  • Polaroid OneStep2 da usare per le pellicole originali Polaroid.

Gli accessori indispensabili che Nicolò porta sempre con sè sono:

  • cavalletto Gorillapod 5K, in grado di sostenere il peso di una fotocamera molto pesante;
  • treppiede da viaggio in carbonio, il migliore in commercio per il lavoro di cui si occupa Nicolò;
  • Testa Z-Flex per cavalletto, serve per fissare la fotocamera in modo verticale tenendola ben ferma e per inclinarla come si desidera
  • SanDisk Extreme SSD su cui conservare i file;
  • Hard Disk Esterno 5 TB per archiviare i file.

Foto credit: Instagram @humansafari

Ultimi articoli

Niki Proshin è il TikToker russo che sta raccontando la guerra tra l’Ucraina e la Russia

Anche gli influencer e i creator stanno raccontando il conflitto tra Russia e Ucraina. Ecco chi sono i protagonisti digital di questo nuovo storytelling.

AAA Cercasi tiktoker per la Regione Lombardia

Cercasi tiktoker per la Regione Lombardia.

Giulia Torelli: chi è la closet organizer

Giulia Torelli è una famosissima influencer "closet organizer". Scopri che cosa significa!

Carlotta Fiasella: Tik Tok e passioni

Regina dei social, Carlotta Fiasella è una delle tik toker più famose in Italia. Leggi di più su di lei!

Chi seguire su Instagram per essere informati bene sulla guerra tra Russia e Ucraina

Quali Creator e influencer stanno fornendo un servizio migliore alle loro community in questo momento storico?