Discover

Il potere del bon ton e delle buone maniere: l’intervista a Camilla Da Rocha

Camilla Da Rocha è una creator conosciuta su Instagram con il nome di @laposhhhhhh.

Laposh è un progetto nato nel 2022 che ha come obiettivi quelli della salvaguardia e della diffusione delle buone maniere. È un progetto incentrato sulla tutela e la diffusione delle buone maniere a cura di Camilla Da Rocha. Camilla crede fermamente che educazione e gentilezza non solo rendano il mondo un posto migliore, ma siano anche strumenti sociali potentissimi per chi li possiede.

La formazione della creator è inizialmente quella di psicologa. Dopo una maturità classica infatti, consegue una laurea triennale all’Università degli studi di Padova e una magistrale a pieni voti all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dopo aver ottenuto l’abilitazione alla professione di psicologo e aver fatto esperienza nel settore, decide di seguire la sua altra grande passione: le buone maniere.

Ed è così che si certifica a Londra come International Social Etiquette consultant alla prestigiosa International Etiquette and Protocol Academy of London e Minding Manners International. Successivamente prosegue i suoi studi a Glion in Svizzera nell’ultima finishing school esistente: l’Institut Villa Pierrefeu, perfezionandosi come International Etiquette and Protocol connoisseur e maître d’hotel.

Oggi lavora in Italia e all’estero per portare le sue conoscenze in fatto di etiquette e protocollo al servizio di privati ed aziende. L’abbiamo intervistata e questo è quello che ci ha raccontato.

Parlare di bon ton sui social, luogo d’eccellenza popolato da haters, è una bella scelta. Camilla com’è nata l’idea di voler raccontare il galateo?

L’idea è nata dal percepire che ci fosse un vuoto di mercato rispetto al galateo. Se infatti fino agli anni ’80 del ‘900 poteva essere un argomento di tendenza e di interesse di molti, a partire dagli anni 2000 ha iniziato sempre più a perdere di rilevanza, portando con sé lo stigma di argomento “vecchio” e “obsoleto”. Tuttavia io non credo che sia così, anzi. Le buone maniere e la gentilezza non sono mai state così attuali e rivoluzionarie.

Qual è la cosa più gratificante per te nel condividere le tue conoscenze in materia di buona educazione sui social media?

Sicuramente la community che mi segue quotidianamente con affetto. È strano perché effettivamente si tratta di persone che non conosco e di cui nella maggior parte dei casi non ho mai visto nemmeno il volto, eppure si è instaurato un legame davvero molto bello, uno scambio reciproco quotidiano molto arricchente.

Quali sono i tipi di contenuti più apprezzati dalla tua community? 

Dipende! Ho notato che i contenuti sul Giappone, sui regali di Natale e sui gesti galanti sono piaciuti molto. Ma penso che poi ci sia davvero un pubblico per tutto, con preferenze diverse. Dai riscontri che ho, alla mia community più fidelizzata piacciono molto anche le riflessioni di stampo più psicologico che propongo nelle storie, oppure anche le frivolezze come i fit check e i consigli di make up.

Dal real time della Fashion Week con Anna Wintour alla mise en place giapponese, come selezioni e crei i tuoi contenuti?

Vorrei dire che organizzo il mio calendario editoriale con grande anticipo, ma ahimè non è così. Faccio molto studio dei contenuti anche di creator di ambiti lontanissimi dal mio, per quanto riguarda il modo di comunicare e di editare i video. Mi vengono le idee nei momenti più casuali, poi cerco di trovare il modo più efficace di veicolare quel messaggio e infine registro il contenuto.

Nell’era dei social e dell’istantaneità quali sono le principali sfide che le persone affrontano nel cercare di rispettare le etichette del galateo?

Uno dei commenti che ricevo di frequente sotto i miei video è “ma queste sono ovvietà che tutti sanno”; ecco questa affermazione mi lascia sempre stranita perchè io mi guardo intorno e non vedo assolutamente tutta questa attenzione all’altro purtroppo. Credo fermamente che il fine delle buone maniere non sia quello di fare show off di quanto si sappia stare in società, quanto quello di avere cura e attenzione verso chi ci circonda. Ecco, su questo penso che abbiamo ancora molta strada da fare.

Camilla qual è l’errore più comunemente commesso imperdonabile per il galateo?

Essere arroganti e trattare gli altri con sufficienza. Credo davvero che masticare con la bocca aperta sia un errore infinitamente meno grave di comportarsi in modo arrogante e incurante dei sentimenti delle persone che ci circondano.

Ultimi articoli

Virtual influencer vs real influencer: chi prevarrà nell’era digitale?

Sui social è arrivata una nuova tendenza: i virtual influencer. Cosa li differenzia da quelli reali? Quali sono i loro vantaggi e svantaggi?

Oroscopo e creator: chi seguire per sapere cosa ti riservano gli astri

Ecco chi seguire per scoprire di più sull'astrologia e sul tuo oroscopo.

Al via The Beauty Revolution: la prima MypersonalExperience di Mondadori Media

Al via The Beauty Revolution: la prima MypersonalExperience, l’evento esclusivo per celebrare la nuova offerta beauty di Mondadori Media.

YouTube Music, ecco le playlist con l’AI: come funzionano

Dalle copertine personalizzate ai brani generati con pochi clic, ecco gli strumenti AI per le tue playlist YouTube Music.

Tiktoker da conoscere per organizzare il prossimo viaggio

I tiktoker giusti possono aiutarci nell'organizzazione dei viaggi, ecco i profili da seguire per trovare consigli, sconti, voli e strategie.