Discover

Come fare un tutorial su YouTube bene? Guida pratica e consigli

YouTube è una delle piattaforme più popolari per visualizzare e condividere contenuti video. I tutorial, da sempre, sono tra i generi più apprezzati dagli utenti. Da Come preparare la carbonara perfetta a Come cambiare il sacchetto del Folletto, i tutorial sono i salvavita dell’era social. Ovviamente la qualità di questa categoria di video non sempre è professionale al 100%. Ma un video ben fatto si distingue subito dagli altri. Se vuoi creare anche tu un tutorial su YouTube che sia efficace, interessante e professionale, ci sono dei passaggi da seguire.

app di youtube sul cellulare

Attrezzatura per fare tutorial YouTube

Se vuoi fare sul serio, il primo step è procurarti l’attrezzatura necessaria per garantire un’ottima resa audiovisiva. Innanzitutto, dovresti munirti di una videocamera o fotocamera digitale per registrare in alta definizione (HD) o, meglio ancora, in 4K. Questo ti consentirà di offrire agli spettatori una qualità d’immagine elevata e dettagliata, per tutorial più professionali e accattivanti. Sono da preferire i modelli con un buon stabilizzatore d’immagine, autofocus rapido e preciso, un’ampia gamma dinamica e una buona sensibilità in condizioni di scarsa illuminazione.

Utile e necessario è anche un microfono esterno: ti consentirà di registrare un audio chiaro e pulito, senza rumori di fondo o distorsioni. L’audio è un elemento fondamentale per la qualità dei tutorial. Potresti optare per un microfono a condensatore, progettato per funzionare con un angolo fisso, oppure per un lavalier, che si aggancia alla giacca e ti consente di muoverti in libertà. Compra anche un treppiede gimbal. Potrai così tenere ferma e fissa la tua videocamera (o lo smartphone) ottenendo delle riprese fluide e stabili.

Il treppiede è indispensabile se vuoi realizzare delle dimostrazioni pratiche o manuali, perché ti consente di avere le mani libere. Puoi scegliere tra diverse tipologie di treppiede, a seconda delle dimensioni e del peso della tua foto/videocamera. Meglio optare per un modello facile da montare e da regolare, che abbia una testa fluida, resistente e leggero.

Ultimo elemento fondamentale, per quanto riguarda l’attrezzatura fisica, è una fonte di luce artificiale. Potrai così illuminare bene il tuo set, creando l’atmosfera adatta. La luce artificiale è necessaria se prevedi di registrare in interni o in condizioni di scarsa illuminazione naturale, così eviterai zone d’ombra o riflessi indesiderati sul tuo viso. Sono da preferire delle luci LED: economiche, ecologiche, durature e regolabili in intensità e temperatura.

Come fare tutorial da pc

Che tu scelga di produrre il tuo tutorial da pc o da smartphone, dovrai attrezzarti anche lato software. Quindi avrai bisogno di un buon prodotto per l’editing video. I migliori sono disponibili sotto forma di app sia in versione desktop che mobile. Potrai così montare i tuoi video e aggiungere effetti speciali, effetti di transizione, titoli, testi, musiche e voci fuori campo, giusto per fare qualche esempio. Scegli un software che sia facile da usare, con una buona interfaccia grafica, che supporti vari formati audio/video e che fornisca una buona assistenza tecnica. La maggior parte dei software sul mercato offre funzionalità di base gratuitamente e funzionalità avanzate solo a pagamento.

Consigli per creare tutorial

La reputazione sui social è importante. Per farti conoscere e avere successo con i tuoi tutorial, “allenati” a confezionare i tuoi contenuti in questo modo. Innanzitutto, scegli un argomento che conosci bene e che sia di interesse per il tuo pubblico. Puoi fare un tutorial su qualsiasi cosa, da come usare un software a come preparare una torta: ma devi essere sicuro di avere le competenze e le conoscenze necessarie per spiegarlo in modo chiaro, corretto e accurato.

Step numero due: prepara una scaletta con gli obiettivi, le fasi e i materiali del tuo tutorial. Questo passaggio – importante – ti aiuterà a organizzare il tuo discorso e a non dimenticare nulla di importante. Puoi anche scrivere una breve introduzione e una conclusione per il tuo tutorial e riassumerne i punti chiave. Registra il tutorial in un ambiente luminoso e silenzioso. Cerca di inquadrare bene il soggetto, evitando movimenti bruschi o sfocature. Parla con voce chiara e sicura, usando un linguaggio semplice e appropriato al tuo pubblico.

A riprese ultimate, potrai usare degli strumenti di editing per tagliare, montare e aggiungere effetti al tuo video. Infine, una volta montato e sistemato, carica il tuo tutorial su YouTube, scegliendo un titolo accattivante, una miniatura che lo rappresenti e delle parole chiave che lo descrivano. Scrivi anche una breve descrizione, in cui spieghi di cosa si tratta e perché dovrebbe interessare agli utenti. Infine, aggiungi annotazioni o link per invitare gli spettatori a iscriversi al tuo canale, a lasciare un commento o a guardare altri tuoi video.

Una tiktoker mostra ai follower come sistemare i capelli

Come fare video tutorial con il cellulare?

Per fare dei video tutorial con lo smartphone, dovrai avere con te tutta l’attrezzatura necessaria: dal microfono lavalier wireless al bastone selfie stick o al treppiede. Se il tutorial deve essere necessariamente girato in un determinato luogo, valuta quale può essere l’orario migliore. Se si tratta di una piazza, ad esempio, scegli un orario in cui non è troppo affollata. Stesso discorso per un bar o un ristorante.

Stabilisci in anticipo se il tutorial deve essere girato con lo smartphone in orizzontale o in verticale. Soprattutto se il luogo è affollato, scandisci bene le parole. Usa un linguaggio adatto al tuo pubblico, evitando termini troppo tecnici o troppo informali. Taglia le parti inutili. Quando il tutorial è pronto, accedi al tuo account YouTube. Clicca sul pulsante “Carica” e seleziona il file del tuo video. Scegli il titolo, la descrizione, le parole chiave e la categoria del video. Scegli la licenza, la privacy e le impostazioni avanzate.

Clicca su “Pubblica” e attendere che il video sia caricato e processato. Ricorda che con lo smartphone dovrai prestare più attenzione alla stabilità dell’immagine, alla qualità audio e alla durata del video. Usando le app giuste, non avrai bisogno di scaricare il video su pc. Con lo smartphone, infine, dovrai avere una buona connessione internet (numero di giga, buon segnale, velocità), altrimenti potresti avere problemi sia durante la registrazione che per caricare il video su YouTube, consumando troppi dati.

Foto credit iStock by Thapana Onphalai

Ultimi articoli

Video NPC, cos’è il fenomeno che sta spopolando su TikTok?

Parole ripetute all’infinito e movenze robotiche: dal mondo dei videogames arrivano anche su TikTok gli NPC.

Il fenomeno delle influencer bambine (e delle mamme che le gestiscono)

Le instamamme e le preoccupanti foto delle minori stanno creando un caso nuovo su cui riflettere

Perla Vatiero: social, età, fidanzati della gieffina

Scopri chi è Perla Vatiero: dalla vita privata ai suoi social

Call of Duty – L’eredità di Capitano Price nel mondo della moda

La collaborazione con la costumista di “The Bear” Courtney Wheeler evidenzia l’influenza di Call of Duty nel mondo della moda, con gli iconici personaggi della serie che stanno stimolando la domanda di capi di ispirazione militare.

Camilla Da Rocha, un po’ posh e un po’ Cardi B

Non sapete nulla di regole di bon ton e volete scoprire cosa ci cela nel mondo del galateo? Seguite la creator @laposhhhhhh.