Discover

Furto di account social: allerta truffe

Le campagne dei cybercriminali a pesca di account social proseguono senza sosta e anzi bersagliano la maggior parte degli utenti delle piattaforme Meta (Facebook e, per lo più, Instagram). E, con maggiore interesse, proprio la categoria dei creator e degli influencer. Il motivo? Semplice: sono ottimi punti di partenza per veicolare ulteriori truffe visto il volume di follower. E poiché i loro account sono strumenti di lavoro c’è anche la possibilità di utilizzare anche delle leve estorsive.

Infatti è stato diramato un avviso da parte della polizia postale riguardante proprio le richieste di denaro per la restituzione degli account social rubati, che sono vere e proprie truffe ulteriori che gravano su chi già si è visto sottrarre il proprio profilo e può cadere in questa trappola.

Anche se si sono seguiti tutti gli accorgimenti di sicurezza per le password, infatti, c’è comunque il rischio di rimanere vittime di un furto di account social se non si pongono in essere ulteriori cautele consapevoli dei metodi utilizzati da parte degli attaccanti i quali possono ricorrere ai metodi dell’ingegneria sociale.

In pratica non vengono utilizzate particolari abilità o risorse tecnologiche ma delle tecniche di inganno per indurre la vittima a compiere determinate azioni o comunicare delle informazioni (fra cui la propria password, o il codice di recupero).

Leggi anche “Influencer, alcuni suggerimenti di sicurezza per le password”.

Broadcast Channels, la nuova funzionalità di Instagram

Attacchi e rischi

Il successo di questo tipo di attacchi è basato generalmente sull’inconsapevolezza delle vittime circa la natura sensibile delle informazioni richieste. Insomma: il più delle volte la vittima non ha contezza di che cosa si sta comunicando e di che cosa è possibile fare con tali informazioni. 

In pratica si apre la porta a coloro che poi si approprieranno del nostro account. Gli stessi che prima si sono presentati con l’invito a partecipare ad un giveaway o un contest (e dunque: presentando la prospettiva di un facile guadagno), o che hanno richiesto il nostro aiuto per risolvere un “disguido tecnico” relativo alla piattaforma e con cui dichiarano di aver necessità di una nostra collaborazione per evitare che sia il loro che il nostro account vengano bloccati (e dunque: presentando il timore di un pericolo grave ed imminente).

Non solo: il rischio è quello di subire ulteriori frodi. Alcuni esempi sono l’essere contattati dal cybercriminale che farà richiesta di pagamenti come un vero e proprio “riscatto” dell’account, ma non solo. Può essere possibile anche che si venga contattati da un falso servizio di assistenza del social network o simulando uffici di polizia, con richieste ulteriori e che comunque prevedono o il pagamento o la cessione di ulteriori dati personali.

influencer seduta sul divano mentre si scatta una foto

Quali sono i consigli utili per prevenire queste situazioni spiacevoli?

Regola aurea: pensare sempre prima di agire. Chiediamoci come mai ci stanno contattando e che cosa possono fare con quelle informazioni. Verifichiamo se chi ci scrive è veramente chi dice di essere.

E soprattutto impariamo a trovare sempre il tempo per chiederci perché ci stanno mettendo tutta quella fretta nel rispondere e adottare così decisioni poco ragionate.

 Scopri la rubrica Influencer & Law

In collaborazione con Assoinfluencer

Ultimi articoli

Beatrice Mautino, tra le più note science influencer

Biotecnologa, divulgatrice e science influencer, Beatrice Mautino parla di scienza, soprattutto legata alla cosmesi, sui social.

Virtual influencer vs real influencer: chi prevarrà nell’era digitale?

Sui social è arrivata una nuova tendenza: i virtual influencer. Cosa li differenzia da quelli reali? Quali sono i loro vantaggi e svantaggi?

Oroscopo e creator: chi seguire per sapere cosa ti riservano gli astri

Ecco chi seguire per scoprire di più sull'astrologia e sul tuo oroscopo.

Al via The Beauty Revolution: la prima MypersonalExperience di Mondadori Media

Al via The Beauty Revolution: la prima MypersonalExperience, l’evento esclusivo per celebrare la nuova offerta beauty di Mondadori Media.

YouTube Music, ecco le playlist con l’AI: come funzionano

Dalle copertine personalizzate ai brani generati con pochi clic, ecco gli strumenti AI per le tue playlist YouTube Music.