Discover

Storie Instagram che durano 7 giorni? Ecco cosa cambia

Accolte inizialmente con un certo scetticismo, le Instagram stories si sono rivelate con il tempo un format di grande successo nel mondo social. Grazie a questa funzionalità, infatti, è possibile condividere contenuti visivi (foto e video), in un’apposita sezione del feed, che scompaiono dopo 24 ore. Le storie Instagram sono un modo efficace ed immediato per creare engagement con il pubblico, mostrare la propria personalità e aumentare la visibilità del proprio brand.

Storie Instagram cosa sono

Le storie Instagram (o IG Stories) hanno diverse caratteristiche che le rendono uno strumento di comunicazione versatile, utile e creativo. La durata limitata – le storie al momento durano solo 24 ore, poi scompaiono, a meno che non vengano inserite in apposite raccolte – ad esempio crea un senso di urgenza e di esclusività nei follower, che vogliono vedere i contenuti più “freschi” prima che spariscano.

Ciò stimola anche la frequenza di pubblicazione, in quanto puoi aggiornare costantemente il tuo profilo con nuove storie. Un altro vantaggio è rappresentato dal formato verticale: le storie occupano tutto lo schermo dello smartphone, il che rende l’esperienza di visione più coinvolgente e immersiva. Il formato verticale richiede anche una maggiore attenzione alla qualità delle foto e dei video, in quanto non ci sono margini o spazi vuoti, nonché una grande attenzione nella fase di editing.

Storie Instagram cosa sono

Storie Instagram online

Le storie Instagram, nel tempo, si sono arricchite di nuovi elementi – sondaggi, emoji, domande singole, quiz, ecc. Queste funzioni – pensate proprio per una maggiore interazione con il pubblico – consentono di raccogliere feedback, opinioni, preferenze e altri elementi preziosi sui follower, nonché di stimolare conversazioni e relazioni più durature con loro.

Le storie, poi, lasciano ampio spazio alla creatività, con la possibilità di personalizzare i contenuti con elementi come filtri, sticker, testi, disegni, GIF e musica. Anche in questo modo potrai esprimere il tuo messaggio e il tuo stile, oltre che rendere le storie più divertenti e originali. Infine, imparare ad interpretare le statistiche sulle performance delle storie – come il numero di visualizzazioni, i tassi di interazione e le azioni compiute dai follower – ti aiuterà a capire cosa piace al pubblico e come ottimizzare la tua strategia di contenuti.

Instagram stories cosa cambia?

Secondo i dati di Instagram, ogni giorno centinaia di milioni di utenti guardano le storie e più della metà di essi dichiara di essere più interessato a un brand/prodotto/creator dopo aver visto le storie. Inoltre, questo formato di contenuto ha un tasso di engagement superiore rispetto ai post tradizionali, con il 25% delle storie che riceve almeno una risposta diretta. Tra le novità in fase di test, che presto potrebbe riguardare tutti, c’è l’estensione della durata delle storie.

Come già detto, attualmente le storie spariscono dopo 24 ore. L’unica alternativa – al momento – è inserire le storie più utili – e che hanno riscosso più successo – in raccolte tematiche che vengono poi mostrate nella sezione Storie in evidenza sul proprio profilo personale. I tuoi follower potranno così trovare più facilmente i contenuti a cui sono interessati. Tra le novità future che potrebbero cambiare il modo di realizzare e catalogare le storie c’è infatti “My Week”, una funzione che Instagram sta testando da qualche settimana.

Storie Instagram 7 giorni

Questa opzione, infatti, permetterebbe agli utenti di estendere la durata delle storie dalle attuali 24 ore a un’intera settimana, come lascia intuire il nome “My Week”. Verrebbe così ridefinito un formato che ha contribuito a creare un senso di urgenza nell’aggiornamento dei contenuti e ha reso la piattaforma una miniera d’oro non solo per la creatività istantanea, ma anche per le attività di influencer marketing.

Se l’opzione My Week venisse introdotta su larga scala, gli utenti potrebbero così strutturare e pianificare una narrazione più lunga, condividendo momenti di vita quotidiana o eventi nel corso di sette giorni. Una novità che ovviamente può offrire nuove opportunità di monetizzazione sia per la piattaforma che per i content creator.

L’indiscrezione relativa a My Week è emersa nelle scorse settimane grazie all’insider Alessandro Paluzzi, il quale ha condiviso su Twitter/X uno screenshot che mostra come potrebbe funzionare questa opzione aggiuntiva, una novità scovata sbirciando tra i codici del popolare social network. Insomma, le storie saranno sempre più una sorta di album digitale da rimodulare di volta in volta in base a una serie di fattori. Potrai aggiungere o rimuovere le storie in base ai criteri che ritieni più opportuni.

Cellulare con profilo instagrm sullo schermo

Quanto durano le storie Instagram adesso?

Si ipotizza che My Week venga integrato nell’interfaccia delle storie di Instagram, consentendo ad ogni utente di selezionare l’opzione di estensione temporale desiderata, direttamente mentre crea la storia, forse anche con qualche intervallo intermedio tra le attuali 24 ore e 1 settimana. Non è ancora chiaro, poi, se la nuova funzionalità sarà inizialmente disponibile solo per l’app da smartphone o anche per la versione desktop. Ciò spingerà comunque i content creator a ripensare il modo in cui produrre ed utilizzare le storie.

Inoltre farà risparmiare tempo nell’editing e nel programmare le storie. Pensa, ad esempio, al reminder per un evento in programma. Basta utilizzare una sola immagine/clip e impostare la durata su 7 giorni. Non dovrai più riprogrammare la stessa immagine/clip di giorno in giorno. Questa nuova opzione, dunque, potrebbe alleggerire la pressione nel dover aggiornare continuamente le storie.

Lo farà spingendo i creator a concentrarsi sulla qualità dei contenuti offerti al pubblico, piuttosto che sulla quantità e la velocità. My Week potrebbe anche influenzare il modo in cui le persone si raccontano, favorendo una narrazione più approfondita e meno evanescente. Al momento, invece, resta invariata la durata dei video da usare per le storie: da 1 a 60 secondi.

“My Week” Instagram Stories

Una durata sufficiente, comunque, per dare libero sfogo alla creatività, ma con l’obiettivo di lasciare il segno. I creator, ad esempio, potrebbero utilizzare My Week per condividere filmati “dietro le quinte” legati ad eventi di vario genere (un matrimonio, un convegno importante, una fiera, ecc.) o per creare una mini-serie sulla propria vita, privata o professionale.

Le aziende, poi, potrebbero utilizzare My Week per promuovere prodotti, servizi o per condividere testimonianze dirette dei clienti. Questa funzione, va ribadito, è ancora in fase di sviluppo e non è chiaro se e quando verrà rilasciata al pubblico. Potrebbe volerci ancora del tempo. Instagram, infatti, sperimenta spesso più funzioni contemporaneamente.

Ultimi articoli

Video NPC, cos’è il fenomeno che sta spopolando su TikTok?

Parole ripetute all’infinito e movenze robotiche: dal mondo dei videogames arrivano anche su TikTok gli NPC.

Il fenomeno delle influencer bambine (e delle mamme che le gestiscono)

Le instamamme e le preoccupanti foto delle minori stanno creando un caso nuovo su cui riflettere

Perla Vatiero: social, età, fidanzati della gieffina

Scopri chi è Perla Vatiero: dalla vita privata ai suoi social

Call of Duty – L’eredità di Capitano Price nel mondo della moda

La collaborazione con la costumista di “The Bear” Courtney Wheeler evidenzia l’influenza di Call of Duty nel mondo della moda, con gli iconici personaggi della serie che stanno stimolando la domanda di capi di ispirazione militare.

Camilla Da Rocha, un po’ posh e un po’ Cardi B

Non sapete nulla di regole di bon ton e volete scoprire cosa ci cela nel mondo del galateo? Seguite la creator @laposhhhhhh.