Discover

Snapchat come funziona

Da due-tre anni a questa parte il social network del momento è senza dubbio TikTok. Eppure, appena qualche anno fa, il TikTok di cui tutti parlavano era Snapchat. Questa piattaforma social, ancora oggi, ha circa 363 milioni di utenti attivi giornalieri in tutto il mondo. Scopriamo subito quali sono le sue caratteristiche e come funziona.

A cosa serve Snapchat

Snapchat è una popolare app di messaggistica – sviluppata da Snap Inc. – che consente di inviare e ricevere foto e video (chiamati Snap) agli altri utenti della piattaforma. È disponibile gratuitamente sia per utenti Android che iOS. Snapchat è nata nel 2011 come app privata per la condivisione di foto. Oggi, invece, offre molte più funzionalità: brevi video, giochi, chat video, messaggi, la possibilità di archiviare foto e altro ancora.

Una delle caratteristiche principali di Snapchat è che ogni Snap condiviso con i propri follower è temporaneo. I contenuti, infatti, sono disponibili per 24 ore, a meno che non vengano eliminati prima manualmente o impostando un differente limite automatico di durata. Alle tue foto e ai video puoi aggiungere filtri, lenti, emoji e testi. Inoltre, puoi creare una chat di gruppo per parlare con gli amici o inviare messaggi a singoli utenti. Tra le ultime novità, infine, c’è Snapchat for Web.

Da qualche settimana, infatti, è possibile utilizzare la piattaforma social anche da pc. Questa nuova versione web è pensata soprattutto per chi scrive molti messaggi e per chi ama fare lunghe chiamate audio e video. Nella versione di Snapchat per pc, tuttavia, mancano alcune funzionalità – come le stories e gli spotlight – presenti invece sulla app per smartphone.

icona app di Snapchat

Chi usa Snapchat

I Paesi con più snapchatter sono gli Stati Uniti e il Canada, con quasi 100 milioni di utenti, e l’Europa con più di 73 milioni di utenti. Negli anni del boom, Snapchat era l’app preferita dai teenager di età compresa tra i 14 e i 19 anni. Oggi l’età media degli utenti è leggermente aumentata: la maggior parte degli utenti, infatti, ha più di 18 anni. L’età minima per utilizzare Snapchat è 13 anni.

Snapchat a pagamento

Da qualche mese è disponibile anche una versione a pagamento di Snapchat. Si tratta di Snapchat Plus, lanciato qualche mese fa in anteprima in un primo gruppo di Paesi (Canada, USA, Francia, ecc.) e ora disponibile anche in Italia. Snapchat Plus permette agli abbonati di accedere a contenuti esclusivi e sperimentali, nonché di utilizzare nuove funzionalità in anteprima. Ha un costo di 4,59 euro al mese.

Tra le funzionalità disponibili in esclusiva, ci sono: il Badge Snapchat Plus, con il quale è possibile evidenziare lo status di membro di Snapchat Plus; la risposta prioritaria alle storie; gli sfondi speciali al proprio Bitmoji; la possibilità di cambiare icona all’app; l’indicatore di rewatch, cioè la visualizzazione di quante persone riguardano le storie (senza sapere chi); il Best Friends Forever, cioè la scelta di un amico come preferito.

Tra le funzionalità più apprezzate di Snapchat Plus c’è poi la scadenza personalizzata delle storie. Gli utenti abbonati, infatti, possono scegliere quando far sparire i loro Snap pubblicati sulla piattaforma, se appena dopo un’ora o dopo una settimana. Infine, da qualche settimana è possibile regalare un abbonamento Snapchat Plus ai propri amici.

Vedere profili Snapchat

Per visualizzare i profili Snapchat di altri utenti, la prima distinzione da fare è tra account pubblico e account privato. I profili pubblici consentono agli snapchatter dai 18 anni in su di essere più visibili all’interno dell’app. Oltre ad aumentare la visibilità, un profilo pubblico fornisce l’accesso a varie funzionalità, come la possibilità di mostrare storie, lenti e il numero di iscritti.

Se il profilo della persona che ti interessa è pubblico, sarà sufficiente inserire il suo nome nella barra di ricerca e cliccare sul profilo che corrisponde all’icona Bitmoji dell’utente. Se il profilo della persona che ti interessa invece è privato, dovrai necessariamente inviare una richiesta di amicizia e aspettare che la richiesta venga accettata.

Ricorda che quando fai lo screenshot di un profilo amicizia, il tuo amico potrebbe ricevere una notifica. Se invece uno sconosciuto – cioè una persona che non è presente nell’elenco dei tuoi contatti Snapchat – ti invia un messaggio, potrai visualizzare il suo profilo toccando per qualche istante il suo nome, che appare all’interno dell’elenco delle chat.

Snapchat pericoli

La fascia di iscritti a Snapchat più rilevante è compresa tra i 15 e i 25 anni. I pericoli legati ad un uso scorretto della piattaforma sono diversi e vanno dal cyberbullismo al sexting incontrollato, dall’hate speech alle molestie di vario genere. Gli strumenti per prevenire gli abusi sono numerosi. Oltre alle funzionalità di segnalazione, blocco utenti e disabilitazione della posizione – presenti anche su altre piattaforme social – Snapchat ha introdotto Qui per te.

Si tratta di una funzionalità per la salute mentale che fornisce supporto proattivo in-app agli snapchatter che potrebbero avere problemi di salute mentale o emotiva. C’è poi l’Istantanea di sicurezza, un programma di alfabetizzazione digitale per sensibilizzare gli snapchatter su dati, privacy e problemi di sicurezza online. Inoltre, nelle impostazioni predefinite per gli utenti con meno di 18 anni, non è prevista la possibilità di avere un profilo pubblico sfogliabile.

Altrettanto importanti, infine, sono le funzioni di chat predefinite. Quindi, non potrai chattare o contattare qualcuno direttamente, a meno che non vi siate aggiunti l’un l’altro come amici. Oltre agli strumenti appena elencati, i genitori degli Snapchatter più giovani potranno scaricare e utilizzare le app esterne per il parental control (come mSpy, Bark e Spy Phone). Così potranno accedere da remoto all’account del figlio e avere la situazione sempre sotto controllo.

Nuove funzionalità Snapchat

Snapchat è una piattaforma sempre al passo coi tempi. Nelle scorse settimane, insieme ai filtri e alle nuove tecnologie AR dedicati ai mondiali di calcio in Qatar, è stata lanciata un’altra novità. Si tratta delle lenti Try-On in 2D, per provare un nuovo outfit senza dover cambiare fisicamente i vestiti. Per utilizzare il Try-On 2D, è sufficiente scattarsi una foto a figura intera con ciò che si ha indosso.

Sarà poi la tecnologia di computer vision Snapchat a fare il resto, applicando sulla foto le immagini di prodotto (in questo caso capi d’abbigliamento) istantaneamente, come se si stessero indossando per davvero. Fatto questo, si potrà decidere se scattare uno Snap e condividerlo con gli amici per sapere cosa ne pensano.

Ultimi articoli

Chi è Ambrosia (Vincenzo D’Ambrosio) co-protagonista del nuovo video di Elodie, Bagno a Mezzanotte

Chi è Ambrosia ? Dov'è nata? Ecco info, vita private e carriera della drag queen.

Mammadimerda: chi sono, perché le amiamo

Un blog, l'espansione sui social ma soprattutto una community. Chi sono Francesca e Sarah le creatrici di Mammadimerda.

Giulia Accardi: chi è la modella curvy

"Per aiutare gli altri sono riuscita ad aiutare me stessa". Questo è il motto di Giulia Accardi, la giovane modella classe '92 che ha...

Travel influencer Milano: chi seguire per scoprire la città

I travel influencer da seguire per conoscere meglio la città di Milano.

#Sicilia, l’isola raccontata dagli influencer di TikTok

La Sicilia è terra di sole, mare, cibo, storia e cultura. TikTok ha lanciato una challenge, con lo scopo di valorizzarne le tradizioni.