Discover

TikTok Shop vs Facebook Marketplace: qual è meglio? Pro e contro

Il social commerce è una forma di commercio elettronico che si basa sui social media per promuovere e vendere prodotti o servizi. Si tratta di una tendenza in forte crescita tra i consumatori – non solo tra i più giovani – che si affidano alle opinioni e ai suggerimenti dei contatti online, anche di estranei. Da anni le diverse piattaforme testano vari strumenti – con o senza il diretto coinvolgimento di creator e influencer – per rendere possibile e incentivare questa forma di shopping così intuitiva e contemporanea.

Tiktok

Differenze TikTok Shop e Facebook Marketplace

TikTok Shop e Facebook Marketplace consentono agli utenti di vendere e acquistare prodotti senza uscire dall’app. Entrambi si basano sul potere dei social media per creare delle community di acquirenti e venditori. Presentano sia differenze che similitudini. Le principali differenze tra TikTok Shop e Facebook Marketplace sono:

  1. TikTok Shop (non ancora presente in Italia) si focalizza sui prodotti creativi, originali e personalizzati, mentre Facebook Marketplace (disponibile anche in Italia) offre una varietà più ampia di categorie e prodotti, anche usati;
  2. TikTok Shop sfrutta i formati video per mostrare i prodotti in modo dinamico e coinvolgente, mentre Facebook Marketplace usa principalmente foto e testi per illustrare le caratteristiche degli articoli in vendita;
  3. TikTok Shop supporta diversi contenuti e-commerce: video in-feed, sessioni live e scheda di presentazione dei prodotti nella pagina profilo;
  4. TikTok Shop richiede ai venditori di avere almeno 10.000 follower e 100.000 visualizzazioni nei video degli ultimi 30 giorni per poter aprire un negozio, mentre Facebook Marketplace non prevede requisiti minimi;
  5. Un’altra differenza è rappresentata dalle commissioni: il marketplace di Facebook ne addebita una del 5% su ogni transazione digitale (si tratta del livello minimo, che può aumentare in base al Paese). Anche lo shop di TikTok ha una commissione del 5% su ogni singola vendita, ma ne offre una ridotta dell’1,8% per i primi 90 giorni dopo la registrazione;
  6. TikTok Shop consente ai venditori di ricevere pagamenti tramite Stripe, mentre Facebook Marketplace consente l’utilizzo di una carta di credito/debito, oppure un account PayPal.

Similitudini TikTok Shop e Facebook Marketplace

Come già detto, però, i due strumenti hanno anche delle caratteristiche in comune. Sia TikTok Shop che Facebook Marketplace, ad esempio, sono gratuiti sia per i venditori che per gli acquirenti. Entrambe le piattaforme offrono la possibilità di comunicare direttamente – tra venditori e acquirenti – tramite chat, commenti e messaggi. Entrambi gli strumenti, poi, prevedono un sistema di recensioni e di valutazione per i venditori. Aiuta a creare fiducia e a consolidare la reputazione per i venditori onesti.

Sia TikTok Shop che Facebook Marketplace prevedono delle linee guida da rispettare per garantire la sicurezza e la qualità dei prodotti offerti. Il che, tuttavia, non mette al riparo da truffe e raggiri. In sintesi, TikTok Shop e Facebook Marketplace sono due opzioni molto interessanti per chi vuole vendere o acquistare prodotti online, ma hanno anche delle caratteristiche distintive che li rendono adatti a diversi tipi di utenti (Gen Z per TikTok, Millenials e Gen X per Facebook), prodotti e obiettivi.

TikTok Shop: pro e contro

Passiamo adesso ad esaminare le peculiarità di ogni strumento. Iniziamo da TikTok Shop, servizio lanciato dalla piattaforma di ByteDance in collaborazione con Shopify. Consente ai creator di aprire un negozio virtuale all’interno dell’app e di promuovere i propri prodotti attraverso i video. Questo strumento è attualmente presente in Indonesia, Malesia, Filippine, Singapore Thailandia, Regno Unito, Stati Uniti e Vietnam. Gli utenti possono accedere al negozio cliccando sul pulsante “Shop” presente sul profilo del creator o sul banner che appare sotto i video sponsorizzati. Il pagamento avviene tramite Shopify, che gestisce anche la logistica e il servizio clienti. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di TikTok Shop?

Ecco una breve analisi.

I pro:

  1. Permette di sfruttare la popolarità, la viralità e l’engagement di TikTok per aumentare la visibilità e le vendite dei prodotti;
  2. Fa leva sulla freschezza della Gen Z e sulla voglia di provare nuovi brand e nuovi prodotti di tendenza;
  3. Offre una soluzione integrata e semplice per creare e gestire il proprio negozio online, con l’expertise di Shopify;
  4. Consente di creare contenuti originali e coinvolgenti per promuovere i propri prodotti.

Contro:

  1. Richiede una partnership con Shopify, che può comportare dei costi mensili per l’abbonamento alla piattaforma;
  2. Richiede una certa abilità in campo social, quindi creatività e capacità di produzione video per realizzare contenuti efficaci ed ingaggianti;
  3. È limitato ad un ristretto numero di Paesi, non si sa se e quando arriverà in Italia.
ragazza al cellulare che naviga su tiktok

Facebook Marketplace: pro e contro

Facebook Marketplace, invece, è la sezione di Facebook dedicata alla compravendita di oggetti usati o nuovi tra privati. Per esplorare la sezione Marketplace di Facebook, fai tap sul simbolo del chiosco/casetta in basso a destra sulla schermata principale dell’app. Gli utenti possono pubblicare annunci gratuiti con foto, descrizione, prezzo e contattare i venditori tramite Messenger. Il pagamento può avvenire in contanti, tramite carta di credito/debito, PayPal o con Facebook Pay, se disponibile. Facebook non si occupa della spedizione né del supporto ai clienti.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di Facebook Marketplace? Ecco i pro:

  1. Consente di raggiungere un pubblico più ampio e diversificato – per età e provenienza geografica – grazie alla diffusione globale e ampiamente consolidata di Facebook;
  2. Offre una soluzione gratuita e semplice per pubblicare annunci e contattare i potenziali acquirenti;
  3. Consente di vendere qualsiasi tipo di prodotto, usato o nuovo, senza particolari limitazioni di categoria;
  4. Permette di fare ottimi affari, soprattutto per i prodotti di seconda mano, a pochi chilometri da casa;
  5. Si basa sulla fiducia e sulla reputazione degli utenti, grazie al sistema di valutazione e recensione.

Facebook Marketplace: a cosa prestare attenzione

Ecco i contro:

  1. Non offre alcuna garanzia o protezione in caso di truffe, danni al prodotto o problemi con la spedizione;
  2. Non offre alcun supporto ai clienti in caso di domande specifiche o reclami;
  3. Richiede una certa attenzione e cautela per verificare l’identità e l’affidabilità sia dei venditori che degli acquirenti;
  4. A volte la sezione Marketplace appare come una giungla: troverai nella stessa schermata annunci che vanno dalla culla usata all’appartamento nuovo con garage. Se hai interessi molto specifici, meglio iscriversi ai gruppi Facebook dedicati all’argomento specifico.

Ultimi articoli

Video NPC, cos’è il fenomeno che sta spopolando su TikTok?

Parole ripetute all’infinito e movenze robotiche: dal mondo dei videogames arrivano anche su TikTok gli NPC.

Il fenomeno delle influencer bambine (e delle mamme che le gestiscono)

Le instamamme e le preoccupanti foto delle minori stanno creando un caso nuovo su cui riflettere

Perla Vatiero: social, età, fidanzati della gieffina

Scopri chi è Perla Vatiero: dalla vita privata ai suoi social

Call of Duty – L’eredità di Capitano Price nel mondo della moda

La collaborazione con la costumista di “The Bear” Courtney Wheeler evidenzia l’influenza di Call of Duty nel mondo della moda, con gli iconici personaggi della serie che stanno stimolando la domanda di capi di ispirazione militare.

Camilla Da Rocha, un po’ posh e un po’ Cardi B

Non sapete nulla di regole di bon ton e volete scoprire cosa ci cela nel mondo del galateo? Seguite la creator @laposhhhhhh.