Discover

Emanuele Filiberto di Savoia: 3 curiosità sul giudice di Amici

Amici è senza dubbio una delle trasmissioni più seguite negli ultimi anni: il format ideato da Maria De Filippi sta avendo un successo davvero molto importante. Uno dei giudici che ha destato maggiore curiosità è stato senza dubbio Emanuele Filiberto di Savoia. Ecco alcune curiosità legate a un personaggio che nel corso degli anni ha fatto parlare molto di sé.

Foto Credit: Agenzia Fotogramma

Membro della famiglia reale italiana

Emanuele Filiberto di Savoia è nato a Ginevra il 22 giugno 1972, attualmente ha dunque 49 anni. Proprio in Svizzera è cresciuto e ha avuto modo di completare i suoi studi: ha frequentato il liceo scientifico nella città di Losanna e successivamente si è iscritto all’Università di Ginevra. Presso l’ateneo svizzero ha avuto modo di approfondire in un primo momento l’architettura e successivamente il mondo finanziario.

Non è un caso che la sua vita da bambino e da giovane sia stata trascorsa in svizzera, pur discendendo dalla famiglia reale italiana più celebre, ossia quella dei Savoia. Con la fine della monarchia sabauda nel Novecento, fu stabilito l’esilio per gli eredi maschi di Umberto I, i quali non avevano così la possibilità di entrare in territorio italiano.

Vittorio Emanuele di Savoia, Foto Credit: Agenzia Fotogramma

Nel 2002, però, il principe, assieme a suo padre Vittorio Emanuele di Savoia, ha potuto fare rientro in Italia giurando fedeltà alla Costituzione e al Presidente della Repubblica. Sembra che proprio la nascita di Emanuele Filiberto sia stata un punto di congiunzione per la famiglia: molti furono gli attriti tra il nonno, il re Umberto II, e suo figlio Vittorio Emanuele di Savoia. Il motivo principale della frizione familiare fu il matrimonio di quest’ultimo con Marina Ricolfi, mamma di Emanuele Filiberto. Questo spiega anche il motivo per cui, come più volte affermato nel corso di alcune interviste, per l’attuale giudice di Amici la famiglia è uno dei valori più importanti della vita, di cui non può fare a meno di sottolinearne la preziosità in qualsiasi occasione.

La moglie di Emanuele Filiberto di Savoia

Dopo un anno dal rientro in Italia, ha sposato la bellissima attrice francese Clotilde Courau, da cui ha avuto due figlie, Vittoria Chiara e Luisa, nate rispettivamente nel 2003 e nel 2006. Attualmente vive a Montecarlo, anche se spesso si reca in Italia dove è diventato una celebrità a tutti gli effetti. Non mancano anche delle tappe nella sua casa di Parigi, proprio in virtù di un legame particolare con la Francia, terra natia della moglie. In quanto nipote di Umberto II, ossia l’ultimo re d’Italia, detiene i titoli di Principe di Venezia e Principe di Piemonte, anche se non vengono riconosciuti dalla repubblica italiana.

Clotilde Courau, Foto Credit: Agenzia Fotogramma

Un personaggio televisivo di successo

Emanuele Filiberto è riuscito ad affermarsi nel corso degli anni, non soltanto come l’erede del re Umberto II, ma come un vero e proprio personaggio televisivo. In un primo momento le sue partecipazioni in tv furono accolte con un certo scetticismo, non soltanto dalla critica, ma anche dalle stesso pubblico. Ma il suo grande carisma, oltre alla sua capacità di intrattenere con la simpatia, hanno fin da subito attirato tutti.

Primo conduttore di Pechino Express

Ecco perché va ricordato come il primo conduttore del reality show di Rai 2, Pechino Express. In quella occasione aveva riscosso successo vista la sua capacità di gestire al meglio tutti i concorrenti, tra cui figurava l’eclettico Costantino della Gherardesca che poi gli sarebbe succeduto alla conduzione.

Ma non solo come presentatore si è fatto conoscere da parte del pubblico e della critica, bensì anche come concorrente in diversi programmi televisivi. Infatti, nel 2009 ha vinto Ballando Con Le Stelle, in coppia con la splendida ballerina Natalia Titova. Il ballo è stata senza dubbio una delle sue più grandi passioni fin da giovane, e questo lo ha portato a lasciarsi andare senza freni anche sugli schermi della tv italiana.

Nel 2015 è arrivato secondo a Notti Sul Ghiaccio, mentre nel 2019 si è classificato come quinto ad Amici Celebrities. Insomma, sono davvero tante le partecipazioni televisive di Emanuele Filiberto di Savoia, di cui è bene non dimenticare la presenza al Festival di Sanremo del 2010. La canzone ‘Italia Amore Mio’, cantata con il tenore Luca Canonici e con Pupo fu l’occasione per ribadire il suo grande legame col Belpaese e la fierezza di esserne parte, pur essendo nato in Svizzera. Il trio arrivò secondo quasi a sorpresa e per Emanuele Filiberto fu un successo importante di cui fregiarsi e andare fiero, essendo la prima volta in cui ha partecipato a una kermesse canora.

Uomo di successo e imprenditore: come dimenticare i problemi del passato

Detto di quanto successo è riuscito a costruirsi Emanuele Filiberto di Savoia sugli schermi televisivi, è importante sottolineare che si tratta di una figura che è riuscita a imporsi nel mondo dell’imprenditoria. La sua visione rivolta al futuro lo ha portato sempre a guardare con molto interesse a business, a tratti anche difficili da immaginare o realizzare.

Un esempio è proprio nell’inizio della sua attività imprenditoriale, avendo aperto un camion di street food a Los Angeles: l’obiettivo di Emanuele Filiberto era quello di far conoscere la vera pasta fresca italiana a un popolo come quello americano che da sempre apprezza il cibo del Belpaese. Un successo importante per questo tipo di attività che in poco tempo lo ha portato a una grande notorietà anche negli Stati Uniti. E questo ha fatto sì che da un semplice furgone nel bel mezzo di Los Angeles, si passasse all’apertura di un vero e proprio ristorante, sempre nella stessa città.

Emanuele Filiberto di Savoia

Ovviamente l’obiettivo era sempre lo stesso, ossia servire prodotti tipici italiani, tra cui pizza, pasta, arancini, tiramisù e molto altro ancora. Una vera e propria rivalsa nei confronti dei momenti difficili vissuti da giovane e poi nel corso del tempo. Infatti, proprio Emanuele Filiberto in una intervista con Barbara D’Urso nel 2009 lasciò intendere di aver conosciuto la droga e di aver visto diversi amici morire da giovani a causa della cosa più schifosa che possa capitare nella vita di qualsiasi persona.

Fortunatamente, come lui stesso ha ammesso, ne è uscito immediatamente e senza particolari conseguenze, ma con una consapevolezza ancora maggiore di cosa conta realmente nella vita. Oltre a dover considerare, nei suoi momenti difficili, anche gli interventi chirurgici subiti tra il 2011 e il 2013 per asportare un delicato tumore al naso che iniziava a provocargli alcuni disturbi.

Ma la ribalta televisiva è servita ad Emanuele Filiberto anche per dimenticare il flop alla sua discesa in politica: nel 2005 lanciò un movimento di opinione, Valori e Futuro, che lo portò a candidarsi come deputato alla Camera. Nel 2009 si candidò per le elezioni europee nelle file dell’Unione di Centro. Ma la sua esperienza politica non è mai decollata, motivo per cui si è concentrato su altri tipi di attività per la sua vita.

Foto Credit: Agenzia Fotogramma

Ultimi articoli

Le aziende scommettono sull’Eurovision

Costa Crociere, Fiat, Lavazza, Philadelphia, Plenitude (Eni) e Vodafone Italia partner di Rai per l’evento.

I food influencer di Torino sono pronti per l’Eurovision

Ecco i 5 reel realizzati dai food influencer piemontesi, per i propri profili. Scopri chi parteciperà all'Eurovision!

A Torino il primo laureato nel Metaverso

Un orso rosa tra i partecipanti alla discussione.

Manuela Vitulli, chi è la travel blogger

Partita da Bari e arrivata in tutto il mondo. Ecco chi è la travel blogger Manuela Vitulli e quali sono i viaggi più appassionanti.

Rudy Zerbi tra vita privata, casa discografica e Amici

Uno dei prof più chiacchierati delle edizioni di Amici. Tutte le curiosità che non sapete su Rudy Zerbi.