Discover

Guglielmo Scilla: chi è la star dietro Willwoosh

Si chiama Guglielmo Scilla ma in arte è conosciuto come Willwoosh. Il classe 1987 romano è un personaggio poliedrico e a tutto tondo che abbina capacità di vario genere e che ha fatto del mondo del web prima e dello spettacolo poi il suo habitat naturale.

Grazie alla televisione, al cinema, alla radio e soprattutto al mondo social, Instagram e YouTube su tutti, Guglielmo ha fatto conoscere il suo lato più divertente ma anche quello più fragile e inizialmente tenuto nascosto.

Scopriamo insieme chi è Guglielmo Scilla e quali sono i suoi hobby, le sue passioni, la sua famiglia, i suoi progetti passati e futuri, e i segreti legati alla sua vita privata e sentimentale.

Chi è Willwoosh, alias Guglielmo Scilla

Guglielmo Scilla all’anagrafe, ma Willwoosh come nome d’arte e pseudonimo oggi ampiamente conosciuto e seguito su diverse piattaforme social, è oggi un attore, un influencer e un conduttore radiofonico.

La sua fama è drasticamente cresciuta negli ultimi anni, grazie soprattutto alla sua indiscussa abilità nel trattare temi delicati e profondi in modo diretto e particolarmente divertente su Instagram, su YouTube e sui social in generale.

Proprio la crescente popolarità digitale ha garantito a Guglielmo Scilla di abbracciare il mondo dello spettacolo, recitando in numerosi film proiettati sul grande e sul piccolo schermo, ricoprendo spesso ruoli importanti in tante serie televisive italiane, e partecipando a tanti spettacoli teatrali sui palcoscenici dell’intero Bel Paese. È anche arrivato alla fama in radio, e più precisamente su Radio Deejay, dove ha a lungo condotto un proprio seguitissimo programma.

Guglielmo nasce a Roma nel novembre 1987 ma ad appena un anno si trasferisce a Catania insieme alla sua famiglia. Nella città siciliana, e più precisamente a pochi chilometri da Bronte e dai pistacchi come ama ricordare lui stesso, passa gli anni dell’infanzia, prima di seguire la madre nuovamente nella capitale dopo la separazione dei suoi genitori.

A Roma Guglielmo frequenta il prestigioso Liceo classico statale Giulio Cesare e mostra fin da giovanissimo una grande passione per la produzione e la realizzazione di video soprattutto tramite la piattaforma di YouTube.

Il suo primo video su YouTube

È l’ormai lontano 2009, nel giorno, o meglio nella sera di Capodanno, che Guglielmo Scilla pubblica il suo primissimo contenuto video. Potremmo dire che quella è un po’ la data di nascita del fenomeno mediatico poi noto come Willwoosh, epiteto che utilizza per presentarsi sin dai primissimi e divertenti brevi video pubblicati.

La travolgente passione e le indiscusse capacità con cui si approccia al lavoro multimediale, e che contraddistinguono a tutto tondo Guglielmo, spiegano l’enorme successo di pubblico che rapidamente il web tributa giustamente al ragazzo romano. Nel maggio 2011, a nemmeno un anno e mezzo dallo start ufficiale di Willwoosh, il suo canale YouTube è quello con più iscritti e più visite in tutto il territorio italiano. Oggi quello stesso canale, partito quasi per gioco nel giorno di Capodanno del lontano 2009, conta oltre 1 milione e cento mila iscritti.

Willwoosh su YouTube: i primi video e la parodia di Twilight

Il biennio 2009-2011 rappresenta il punto di partenza dell’attività di influencer digitale avviata con crescente maestria e abilità da un appassionato Guglielmo Scilla sotto il fortunato pseudonimo di Willwoosh. I primi video pubblicati sul proprio canale YouTube spesso erano parodie divertenti di grandi saghe cinematografiche in voga in quegli anni come Harry Potter e soprattutto Twilight.

Proprio la fortunata serie sui giovani vampiri adolescenti è stato uno dei suoi bersagli preferiti e certamente meglio riusciti.

Del resto però anche i video in cui presentava in tono ironico ma estremamente coinvolgente spezzoni della propria vita privata suscitavano le risate e il divertimento di migliaia di sempre più coinvolti utenti. L’aspetto parodiato, autoironico e sempre comico che ha fin dagli esordi caratterizzato i video di Willwoosh è stato certamente lo strumento più adatto a garantire a Guglielmo Scilla l’enorme successo che ancora oggi può ampiamente vantare.

Peraltro le sue abilità nel neonato mondo del digitale e degli influencer non passò sotto traccia, e le sue prime importanti collaborazioni sono già datate ai primissimi anni ’10 del 2000. Occorre ricordare in tal senso le collaborazioni con altri YouTuber famosi come Matteo Bruno alias Cane Secco, o Claudio Di Biagio alias Nonapritequestotubo. In numerosi dei suoi primi video Guglielmo compariva al fianco di un già brillante Frank Matano, amico con cui poi lavorerà anche sul grande schermo cinematografico.

Gli anni successivi ai primi esordi, il cinema, i libri e il debutto nel mondo dello spettacolo

Per due anni circa, tra il 2013 e il 2015, Guglielmo Scilla interruppe la pubblicazione di video sul proprio canale YouTube. È il momento infatti di massima concentrazione e attenzione dedicate al mondo dello spettacolo. Guglielmo comincia in realtà nel 2010 recitando nel film di Herbert Simone Paragnani dal titolo Una canzone per te.

Con i sopra citati Matteo Bruno e Claudio Di Biagio, affiancati da Giampaolo Speziale lavora tra il 2011 e il 2013 alle due stagioni della web-serie fantascientifica Freaks!, da cui nasce successivamente il libro Freaks! Tutti i segreti.

Radio Deejay

Nel frattempo Scilla inizia la sua proficua collaborazione con l’universo radio, e in particolare con la nota Radio Deejay. Dal 2011 al 2015 conduce il programma radiofonico A tu per Gu, grazie all’aiuto di Luca Leoni, autore dello stesso format.

Su Radio Deejay e sul canale televisivo Deejay TV legato all’emittente radiofonica Guglielmo torna nel 2012, quando per festeggiare i 30 anni del canale, nasce il programma 30 gradi di separazione. Il 31 gennaio, peraltro affiancato ancora da Luca Leoni, conduce la diretta radiofonica della festa di Radio Deejay.

Sono anche gli anni in cui comincia concretamente la carriera cinematografica e televisiva del giovane ma capace Guglielmo Scilla.

La carriera cinematografica

Recita in Matrimonio a Parigi diretto da Claudio Risi, fa parte del cast di 10 regole per fare innamorare, ricoprendo il ruolo del protagonista Marco, un grande appassionato di scienze e astronomia, e nello stesso anno esce con l’omonimo libro scritto a quattro mani con Alessia Pelonzi.

Nel 2011 lavora insieme alla Disney negli studi Pixar per l’uscita nelle sale di Cars 2, e l’anno successivo di Ribelle – The Brave. Collabora anche con Paolo Ruffini e l’amico Frank Matano, al cui fianco torna sul grande schermo con il divertente Fuga di cervelli nel 2013. In quell’anno arriva anche il suo primo coraggioso romanzo intitolato L’inganno della morte, edito da Kowalski. Il fortunato 2013 porta in dote a Guglielmo anche la partecipazione al videoclip Ragazzo inadeguato dell’intramontabile Max Pezzali.

MTV Music Awards e Pechino Express

Il mondo dello spettacolo ha ormai pienamente accolto la sua inconfondibile poliedricità e il suo amore per la scena, ed è così che due anni più tardi torna tra i protagonisti del film Hybris, e presenta gli MTV Music Awards di quell’anno solare.

La grande capacità di Guglielmo Scilla, in arte Willwoosh, di sentirsi a suo agio su tutti i mezzi digitali e non, lo rende l’esempio del completo e perfetto artista in grado di adattarsi e calarsi in un universo altamente variegato di opportunità e sbocchi professionali.

Anche gli anni successivi lo segnalano quale protagonista dalla radio alla televisione, passando per il teatro, il cinema e i libri, senza tuttavia dimenticare mai il primo corrisposto e profondo amore per lo streaming digitale.

Nel 2016 è nuovamente protagonista nella fiction Rai intitolata Baciato dal sole, e compare anche sul prestigioso palco del teatro Ariston di Sanremo proprio al fine di promuovere la serie andata poi in onda sulla tv nazionale.

All’inizio del 2017 sale sul palco teatrale a Milano con la parte di Danny Zuko nel Grease diretto da Saverio Marconi, e qualche mese più tardi annuncia la sua partecipazione in coppia all’influencer e amica Alice Venturi alla sesta edizione del fortunato format televisivo Pechino Express, dove si classifica al quinto posto uscendo di scena dopo sette puntate.

Guglielmo Scilla tra Instagram, i video e i post più divertenti

Dal 2009 Guglielmo Scilla è conosciuto nel mondo del web come Willwoosh, e il suo grande successo che trascende i social e abbraccia molti ambiti variegati e distanti tra loro dipende dall’evidente capacità del ragazzo di scegliere sarcasmo e timing perfetti per raccontare aspetti ed episodi personali, o di stretta attualità.

L’ascesa costruita in pochi anni e con tanto impegno non ha mai perso lungo la strada quel carattere popolare, ironico e assolutamente informale che ne hanno segnato lo stile fin dal primissimo via.

Seguendo queste immancabili linee guida sono nati format di eccezionale riscontro di pubblico e critica quali Vita Buttata o Fisico da Covid, senza dimenticare i Vlogmas per Natale nati nel 2018 e riproposti anche nel 2019 e nel 2020, o ancora Guglielmo Tell.

Qualche supporter particolarmente devoto ha più volte domandato perché mai i divertenti ed innovativi programmi di Willwoosh non abbiano ancora trovato spazio in una televisione invece sempre più monotona e grigia.

È toccato allo stesso Guglielmo tentare di rispondere al solito in modo sarcastico ma privo di malizia con un perentorio non li abbiamo ancora visti, chiudendo almeno per il momento ad un possibile sbarco in tv dei suoi divertenti sketch digitali.

Vita Buttata

La divertente rubrica dal titolo Vita Buttata nasce sul canale YouTube di Willwoosh nel 2017. Durante il programma Guglielmo fa ascoltare, legge e commenta i tanti messaggi vocali o scritti ricevuti dai suoi followers e connessi ad uno specifico tema, in precedenza reso noto su Facebook e sullo stesso canale YouTube. In occasione di una puntata del fortunato show digitale arriva il 13 settembre 2017 il celebre video in cui Scilla fa coming out, e dichiara agli iscritti al suo canale di essere omosessuale. Il post ma soprattutto il video in cui Guglielmo esterna i suoi sentimenti fa oltre un milione di visualizzazioni, coinvolge con commenti e reazioni migliaia di utenti del web e viene riproposto sulle principali testate giornalistiche italiane.

Fisico da Covid

L’altro grande format digitale che ha avuto immensa fortuna negli ultimi anni nella vita e nella carriera di Willwoosh è quello intitolato Fisico da Covid e concentrato sull’allenamento in casa durante l’isolamento forzato imposto dalla pandemia. Peraltro l’idea salutare e certamente sana di dedicare parte dell’ozio casalingo agli esercizi e all’allenamento tra le mura domestiche per il benessere del proprio corpo ha accomunato tanti italiani nei primi mesi di lockdown. Guglielmo Scilla è riuscito a rendere questa voglia di alzarsi dal divano e mettersi a fare esercizi un momento spensierato, simpatico e come lui stesso ha detto una questione di cuore.

Insieme ai fratelli Gabriele ed Enrico infatti Willwoosh proponeva in tale show, in onda tutti i giorni dal lunedì al sabato alle ore 17, una serie di allenamenti fisici conditi però da vere e proprie ricette per il buon umore. In Fisico da Covid dunque trovano spazio lo stretching, il potenziamento muscolare, l’aerobico, il cardio ma anche tante sane risate e la voglia di stare vicini e insieme, in quella fase purtroppo soltanto in modo virtuale. E per sdrammatizzare una situazione decisamente angosciante e nerissima da un punto di vista sanitario ecco che Guglielmo Scilla adotta nomi bizzarri e comici per molti degli esercizi che mette in pratica davanti alla telecamera.

Si va dagli squat che diventano stay at home e stay alive, agli affondi frontali identificati come i corteggiamenti all’allora premier Giuseppe Conte, passando per la corsa definita fuga da Wuhan, fino agli esercizi di braccia detti metto la mascherina e ai piegamenti annunciati come distanti ma vicini. Fisico da Covid ha toccato punte di 11 mila connessioni, divenendo uno dei programmi web e di esercizio fisico più seguiti durante i mesi di lockdown.

La pandemia e gli ultimi anni

Negli ultimi anni attivissimo oltre che su YouTube e i suoi canali social Guglielmo Scilla lo è stato ancora sul piccolo schermo, e nella lotta per difendere i diritti delle categorie più deboli. Prende pubblicamente posizione per i diritti LGBT meritandosi una nomination come influencer dell’anno ai Diversity Media Awards. Nell’ottobre 2018 partecipa ad una puntata dello show E poi c’è Cattelan aprendo un sentito monologo contro il bullismo.

Nel 2019, poco prima che esplodesse la pandemia, Guglielmo ha nuovamente calcato i palcoscenici teatrali italiani con una parte nello spettacolo La prima volta, diretto da Diego Passoni. Insieme a quest’ultimo Willwoosh ha organizzato l’11 ottobre 2020 una maratona benefica chiamata Fermata obbligatoria durante la quale è stato proiettato il loro spettacolo. L’anno successivo Willwoosh è sbarcato anche sulla piattaforma Prime Video (una delle poche che mancavano al poliedrico Guglielmo) con il programma Prime Talks, giunto alla seconda edizione e del quale gestisce interamente la conduzione. Infine da pochi giorni presenta insieme a Lollo Barollo e al cantante Michele Bravi il podcast Feroci.

La famiglia di Guglielmo Scilla: fratelli e cugini famosi

Grandi protagonisti insieme a Willwoosh delle dirette su Instagram e Facebook, e dei video su YouTube sono i tre fratelli dell’influencer: Gabriele, Gianluigi e Enrico Scilla. I primi due oltre ad entrare in scena in alcune puntate di programmi come Fisico da Covid o Vita Buttata hanno una propria pagina Facebook denominata Super Scilla Bros, sulla quale vanno quasi quotidianamente a postare video delle loro acrobazie: i due infatti sono stuntman professionisti.

Enrico partecipa attivamente all’attività digitale di Guglielmo ricoprendo il ruolo di videomaker e montatore di tutti i programmi e di tutte le dirette targati Willwoosh. Insieme ai suoi fratelli e ai suoi cugini, spesso chiamati come ospiti nelle puntate trasmesse sui social, Guglielmo ha dato vita nel 2019 ad una vera e propria azienda a conduzione familiare denominata Willwoosh Srls, che si occupa di portare al pubblico contenuti digitali di vario genere ma non solo. Membri della stessa società di cui Guglielmo è fondatore e amministratore unico, oltre al fratello Enrico, che appunto segue la parte più tecnica dei canali di Guglielmo sono anche i cugini Gianmarco Esposito, autore e social media manager, e Lavinia Scannerini, manager e legale dell’azienda, oltre all’amica di lunga data Graziana Tolino.

La collaborazione con i parenti rappresenta per Willwoosh un arricchimento professionale e personale, e non viceversa un peso da dover sopportare e sostenere. In numerose interviste Guglielmo si è detto contento del supporto, del sostegno e dell’aiuto materiale che i suoi fratelli e cugini gli danno quotidianamente.

Ha anche affermato che la Willwoosh Srls è nata con una concreta organizzazione e un’attenta pianificazione, e che ogni progetto studiato e ideato viene discusso nell’ufficio condiviso. Ognuno dunque fa la sua parte in modo costruttivo e redditizio. Del resto la famiglia bizzarra, simpatica e decisamente originale di Guglielmo Scilla i suoi più antichi followers avevano già parzialmente imparato a conoscerla durante i Vlogmas natalizi degli anni scorsi. In questi divertenti e ben auguranti sketch facevano infatti a turno la propria comparsa alcuni dei membri più stretti della famiglia di Guglielmo.

Ora come allora nei Vlogmas appare piuttosto evidente il rapporto complice e sincero che unisce l’intera squadra Scilla. Guglielmo non perde però mai il suo spirito spiritoso e audace, e si è lasciato scappare in qualche intervista alcune divertenti battute su come sarebbe potuta essere la sua vita con una famiglia diversa. In particolare ha confidato che senza fratelli, dunque da figlio unico, avrebbe forse potuto diventare un chirurgo miliardario o avrebbe già avviato un brillante progetto di clonazione di sé stesso.

Il coming out di Guglielmo Scilla

Guglielmo Scilla ha fatto coming out nel 2017. Con un video pubblicato sui suoi canali ufficiali ha reso nota la sua omosessualità, utilizzando anche un simpatico stratagemma in cui elencava dieci cose amate e altre dieci invece odiate o per lo meno non proprio nelle sue corde. Il messaggio trasmesso da Guglielmo sotto pseudonimo Willwoosh come di consueto ha fatto breccia nel cuore di tantissimi ragazzi e ragazze che in contesti sociali diversi avevano difficoltà ed ansia a dire pubblicamente cosa a loro piaceva e cosa no.

Nei video successivi Willwoosh non ha più nascosto il suo orientamento sessuale e ha più volte trattato l’argomento con la solita fantastica ironia che da sempre lo contraddistingue e gli ha garantito un numero spropositato di followers. Lui stesso ha dichiarato diverso tempo dopo il coming out, di essere arrivato a quella decisione anche per compiere un gesto di presa di coscienza, e per aiutare ad abbattere quello spesso velo di omofobia e ignoranza che sfortunatamente ancora oggi è largamente presente nella nostra società e nel nostro Paese. Willwoosh ha inoltre più tardi affermato che la sua convinta e pubblica ammissione non l’ha di certo agevolato nella carriera attoriale.

La scelta di dichiararsi gay pare aver posto un freno alla recitazione, che ha detto mancargli profondamente. Nessun rimorso però, dato che ora si definisce libero e lontano dagli schemi, piuttosto che intrappolato su uno schermo e all’interno di una grande bugia. Come accaduto a Guglielmo per ciò che riguarda la possibile partecipazione a progetti lavorativi frenati o ridotti in seguito al suo coming out, così a molti giovani può accadere di andare incontro a difficoltà ed ostacoli in famiglia, al lavoro o nell’ambiente sociale frequentato dopo aver dichiarato pubblicamente i propri gusti sessuali.

Su tale tematica Guglielmo si è mostrato molto attento ed estremamente sensibile, invitando i suoi followers a fare come lui e non nascondersi invece dietro la paura dei disagi che la propria libertà, anche sessuale, potrebbe comportare. Con un altro video successivo a quello cliccatissimo del coming out Willwoosh ha poi reso nota la sua storia con il coetaneo Luigi Di Lella.

Il divertente elenco composto da Guglielmo Scilla per fare coming out

Guglielmo Scilla, in arte Willwoosh, ha ovviamente utilizzato i suoi habitat ideali, ovvero i canali digitali, per dichiararsi gay nel 2017. In particolare l’espediente impiegato per annunciare al suo pubblico la sua convinta omosessualità è stata la pubblicazione di un divertente elenco composto da dieci cose che piacciono e altre dieci che invece non piacciono.

Nella parte best of della lisa comparivano le ciliegie, il sushi, i libri, il rumore della pioggia, Londra, le stelle, i murales e gli indovinelli. Tra il suono rilassante prodotto dalle gocce di pioggia sul terreno e la capitale britannica compariva anche letteralmente il termine cazzo. In tale maniera Guglielmo svelava alcune cose che i suoi followers non conoscevano di lui, o che forse già in parte sospettavano, come lui stesso aveva dichiarato nell’apertura introduttiva del video.

Per cancellare ogni dubbio ecco poi l’elenco delle cose meno apprezzate o proprio non amate. Comparivano il caldo, le scale, la febbre, i formaggi stagionati, la figa, lo spam, il calcio, le ingiustizie e i marsupi: pochissimi dubbi dunque dopo aver letto o ascoltato questa seconda parte di lista circa quelli che erano i gusti generali di Guglielmo. Attraverso dunque un mezzo di massa diretto e privo di peli sulla lingua Willwoosh ha deciso di affrontare, come lui stesso ha raccontato, le proprie insicurezze per compiere un deciso gesto di presa di coscienza personale.

Tornando ancora sull’esigenza di dichiararsi Guglielmo Scilla si è dimostrato in altre circostanze molto convinto che il coming out fosse il passo necessario e liberatorio per lui così come per tutti. Ha infatti detto che a suo parere chiunque ha dei segreti, e ognuno prova delle insicurezze che tiene nascoste in profondità dentro di sé.

Queste possono riguardare l’amore, gay o etero che sia, ma anche scelte di vita o sogni osteggiati o semplicemente non condivisi dalla famiglia e dagli amici. Essenziale per Willwoosh è superare questi freni e lasciarsi andare così da poter essere finalmente sè stessi e pienamente liberi.

Guglielmo Scilla e Luigi di Lella, ormai ex fidanzati

Un po’ come accade a tutte le cose anche le storie d’amore spesso hanno un inizio e una fine. Di fatto è quanto è accaduto anche al legame amoroso tra Guglielmo Scilla e Luigi Di Lella. Quest’ultimo è un designer campano 35enne che da più di 11 anni collabora con la casa di moda Dsquared.

Dopo oltre due anni di fidanzamento reso pubblico proprio dallo youtuber romano, la storia tra i due si è conclusa. La coppia stava insieme dal 2018 e le presenze pubbliche erano state numerose, mostrando peraltro un grande affiatamento e un profondo quanto sincero affetto.

A luglio dello scorso anno è stato lo stesso Willwoosh, pungolato dalle domande curiose dei suoi fan online, a dare conferma che la storia con Luigi Di Lella era sfortunatamente giunta ai titoli di coda. Il rapporto pare sia rimasto cordiale con lo stesso Guglielmo che racconta di come sia lui sia Luigi siano più sereni e felici ora.

Dunque pare non vi siano rancori e dissidi, ma anzi Guglielmo ha confessato di voler ancora molto bene e di provare un sentimento certamente profondo per Luigi, che è stato una vera fonte di ispirazione, e un sostegno costante per lui.

Linea di abbigliamento lanciata da Willwoosh e Luigi Di Lella

Insieme i due ragazzi avevano peraltro lanciato una linea di abbigliamento di alta moda. Il claim BE-GIN, BE-COME, BE-IT inquadrava lo stile del progetto annunciato dallo stesso Willwoosh online. Su Instagram era comparsa, all’incirca intorno all’anno di rapporto tra i due, una foto con cui Scilla promuoveva il nuovo business. L’avvio dell’idea imprenditoriale plasmata insieme dalla coppia ha ruotato intorno a due magliette, una bianca e una nera acquistabili direttamente online sul sito del programma. Orgoglio e anche un pizzico di timore erano i sentimenti provati e confessati all’epoca da Guglielmo Scilla, come lui stesso ha successivamente avuto modo di raccontare ai fans.

La loro storia peraltro era stata seguita con grande partecipazione dal pubblico, e le loro foto insieme suscitavano ogni giorno centinaia di likes e commenti sui social. Evidente coinvolgimento e una ricca ondata di tenerezza l’avevano provocata in migliaia di followers i messaggi che l’attore e influencer aveva inviato al moroso allo scoccare dell’anno passato insieme.

Scilla aveva esordito dicendo che Luigi era capace di aiutarlo a costruire la versione migliore di sé stesso ogni singolo giorno. Sostegno e sprone non sembrerebbero mai essere mancati da parte del designer per le iniziative e i progetti messi in piedi da Guglielmo, anche quando quest’ultimo era il primo a nutrire dubbi.

Augurando il buon anniversario Willwoosh aveva pubblicamente detto che alcune cose belle le avrebbe confessate a Luigi a voce mentre altre le avrebbe serbate per sé, e aveva corredato il messaggio d’affetto con uno scatto che ritraeva la coppia insieme.

Storie d’amore con personaggi famosi

Dopo la separazione da Luigi Di Lella lo youtuber è tornato in alcune recenti interviste sulle sue frequentazioni dando risposte piuttosto chiare, senza tuttavia farsi mancare il suo consueto tono ironico e accattivante.

Guglielmo ha di fatto confessato di aver avuto storie con uomini famosi, ma non si è voluto sbilanciare su nomi e cognomi, sostenendo che facendosi i cavoli propri avrebbe campato per cent’anni, prendendo a prestito un noto proverbio.

Nessuna voglia di provare relazioni a tre, e ruolo differente a seconda del rapporto instaurato all’interno della coppia. Soltanto il rapporto con l’altra persona è ciò che interessa e sta a cuore a Guglielmo, che si nasconde un po’ nelle interviste su tale tema affermando scherzosamente che si tratta di affari personali. Precisione e monogamia sono due aspetti che segnano e che hanno segnato le sue relazioni.

Curiosità, e qualche piccolo segreto svelato su Guglielmo Scilla

Nel corso di diversi video pubblicati su YouTube o Instagram, e durante numerose interviste, molti followers di Guglielmo Scilla hanno domandato al ragazzo come seleziona gli argomenti di cui parla, e in che modo sceglie di dare un taglio satirico e sempre spiritoso anche a tematiche delicate e spesso scottanti.

Willwoosh ha risposto dicendo che sono gli stessi argomenti a presentarglisi quasi in modo magico, facendo l’esempio del mago con la bacchetta e ricollegandosi alla saga di Harry Potter, suo cavallo di battaglia negli anni d’esordio sul web. L’ironia non può mai mancare perché fa parte di lui e del suo stile di vita, ma a seconda degli argomenti presentati sui suoi canali utilizza anche altri toni e punti di vista.

L’università

Le tante curiosità dei supporters di Willwoosh riguardano anche progetti futuri e rimpianti passati. In quest’ultima categoria potrebbe rientrare l’Università. Guglielmo aveva infatti accantonato gli studi di medicina, era presto passato a lettere e poi si era iscritto anche alla scuola da interprete. Ha raccontato durante una recente diretta di avere pensato di tornare all’Università, e di voler anche imparare il giapponese. Scherzi a parte sembra che il rimpianto degli studi interrotti ci sia, e pure ben radicato, nella testa di Guglielmo.

Gli animali domestici: Guldo Posi e Nega

Non è un mistero il profondo legame con i suoi animali, due gatti e un cane. Guldo, Posi e Nega, vivono con lui quotidianamente e sono inseparabili pure tra loro.

Considerati a tutti gli effetti membri della sua famiglia i tre amici a quattro zampe sono spesso protagonisti di post e stories pubblicate da Guglielmo sui social. Il ragazzo ha anche affermato che ama svegliarsi al mattino con i tre compagni pelosi completamente abbarbicati sopra di lui, così come non può andare a dormire senza aver dato la buonanotte alla triade. La sua giornata ideale deve partire e concludersi proprio così. Nel mezzo di tutto un po’, come lui stesso racconta di frequente.

Le sue passioni: libri, cucina e sport

I fans hanno più volte pungolato Scilla anche in merito ai suoi interessi e ai suoi segreti. Guglielmo non ha mai nascosto di adorare i libri, di giocare a pallavolo e di apprezzare moltissimo la cucina, pur con discutibili risultati ai fornelli. Tantissime le domande curiose dei followers in merito anche alle sue presunte storie d’amore. D

opo la separazione con Luigi Di Lella infatti pare non vi sia stato nessuno in grado di conquistare lo youtuber romano. In tal senso il ragazzo non ha fatto chiarezza e con i suoi followers è stato piuttosto evasivo, utilizzando la consueta brillante ironia. Alla domanda su un nuovo fidanzato si è lasciato scappare un no, salvo poi ritrattare e confermare la storia segreta e unilaterale con Bradley Cooper. Grande amicizia quella che lega Guglielmo a Martina Pinto, conosciuta ai tempi di Freaks!. Gli è stato chiesto se c’era stato qualcosa tra loro dopo il programma, e Scilla ha ironicamente risposto che la cotta risaliva addirittura a prima di Freaks!.

Tutti gli influencer amici di Guglielmo Scilla: Clio, Camihawke e Alice Venturi

Guglielmo Scilla non ha mai fatto mistero di essere molto amico di alcuni colleghi del web. Il rapporto con Clio, Camihawke e soprattutto Alice Venturi è genuino e sincero.

Alice Venturi

Con Alice Venturi, make-up artist di Lucca, Scilla ha partecipato alla sesta edizione del programma Pechino Express. La dinamica coppia si è iscritta proprio come il duo formato da veri amici. In comune Guglielmo e Alice hanno senza dubbio la passione per il web con cui entrambi sono nati e cresciuti, diventando presto famosi. La ragazza toscana dà ai suoi followers consigli di bellezza e indica le ultime novità in tema di make-up.

Dopo gli esordi più o meno contemporanei a quelli di Willwoosh la Venturi ha lavorato a Milano, con Caterina Balivo al programma Detto Fatto e come responsabile del make-up nel format musicale X-Factor. I due giovani si conoscono da parecchi anni, e il loro rapporto è cominciato quasi per gioco proprio su internet. Scherzando amano definirsi una coppia di fatto, ma il rapporto che li unisce è quanto di più profondo e vero si possa desiderare.

Camihawke

Camilla in arte Camihawke è un’altra influencer italiana conosciutissima e seguitissima sui social. L’amicizia con Guglielmo Scilla non è un mistero e lega i due youtuber da molti anni. Peraltro la ragazza ha partecipato in numerose occasioni ai format e ai programmi di Scilla, contribuendo con grande spontaneità ad accrescere l’impatto di tante puntate.

La carriera e il lavoro di Camihawke per certi versi ricalcano un po’ quelli di Willwoosh, e i due si trovano bene a lavorare insieme proprio per la grande sintonia che dimostrano nell’approcciare con semplicità e con la giusta dose di ironia le situazioni e gli argomenti quotidiani di cui discutono con i loro fans.

ClioMakeUp

Anche con l’influencer di bellezza ClioMakeUp lo youtuber romano può vantare un’amicizia di lunga data e una serie importante di collaborazioni. Seguitissima soprattutto su YouTube la donna ha vissuto per 12 anni a New York, prima di rientrare in Italia e dedicarsi ai consigli di bellezza. Il suo canale aperto nel 2008, poco prima che anche Willwoosh debuttasse sul web, ha avviato da tempo importanti collaborazioni con brand di moda internazionali. Clio e Scilla hanno collaborato nel corso degli anni condividendo spesso opinioni e sentimenti circa molte tematiche delicate ed importanti.

Durante alcuni format pubblicati sui suoi canali digitali Willwoosh ha anche parlato in generale del rapporto che è solito mantenere con i colleghi e gli altri youtuber. Scilla ha dichiarato di aver sempre voluto far squadra con i colleghi del web, mettendo da parte eventuali rivalità o idee diverse.

Gli hobby di Willwoosh: la cucina

Guglielmo Scilla non ha mai nascosto ai suoi followers il suo grande amore per la cucina. Ha raccontato durante una puntata dei suoi show digitali di voler essere ricordato tra cento o duecento anni proprio per la sua carbonara. La sua passione per il food si è recentemente tradotta nella rubrica Cucina da Uomini, durante la quale Guglielmo si mette alla prova davanti ai fornelli.

Come lui stesso ha raccontato ai fans in cucina è fondamentale sporcare più padelle possibili, anche se si sta semplicemente facendo un thè. C’è però un piatto che rappresenta il cavallo di battaglia dello youtuber romano. Si tratta di un’insalata fresca e rivisitata sia negli ingredienti sia nell’impiattamento. Bisogna infatti dimenticare la più classica delle ciotole e passare ad una teglia, simile a quelle impiegate dalla nonna per servire le lasagne.

Si tratta dunque di un vero e proprio letto di insalata a cui vanno aggiunti pezzetti di salmone crudo, avocado, sesamo, semi di papavero e glassa di soia. Potremmo definire questo piatto fresco e gustoso un’insalata alla Willwoosh. Menzione speciale, restando in cucina, la meritano i dolci e soprattutto il gelato. Oltre alla red velvet, altro immancabile cavallo di battaglia ai fornelli per Scilla, è proprio il gelato uno dei più grandi amori di Guglielmo.

Come lui stesso ha dichiarato durante le dirette su YouTube, si ritiene in possesso di un vero e proprio secondo stomaco a diesel interamente destinato al gelato. Fior di latte, stracciatella, ricotta e gocce di cioccolato come il ripieno dei cannoli, e pistacchio sono i quattro gusti a cui non è proprio possibile rinunciare secondo la dieta di Willwoosh.

Le preferenze sul cibo: conosciamo Guglielmo Scilla a tavola

Il nuovo format Cucina da Uomini fatto partire da Willwoosh sui suoi canali digitali ha subito incontrato il favore del pubblico. Questo innovativo programma è presto diventato anche l’occasione per conoscere un po’ meglio i gusti culinari di Guglielmo Scilla. Un simpatico gioco a cui lo youtuber si era di recente prestato era stato quello di abbinare una particolare pietanza ad ognuno dei cinque sensi. È così che secondo Scilla il cibo che va necessariamente odorato è il soffritto, ritenuto uno degli odori più buoni del mondo.

In generale poi per esaltare l’olfatto di Guglielmo è importante vi sia la cipolla, e dunque anche una succulenta zuppa di cipolle o un piatto di onion rings vanno benissimo. Il tatto invece si presta alla perfezione per sentire il bordo della pizza. Quel crostone infarinato e croccante sembra fatto apposta per essere tastato e schiacciato con i propri polpastrelli. Capitolo vista: è il profiterole il sovrano incontrastato. Guglielmo ha definito questo ricco dolce come una vera e propria lussuria per gli occhi. Se poi l’udito è direttamente connesso alla preparazione dei piatti più che ad una ricetta specifica, ricordando in particolare la forchetta della nonna sbattuta nel piatto con l’uovo della carbonara o del fritto, il gusto la fa da padrone con i crudi di pesce.

Un abbraccio di sapori delicati e intensi al tempo stesso avvolge l’intero palato quando ci si ritrova davanti un piatto pieno di scampi crudi, di fasolari, di crudités, oppure una tartare di pesce, escluse ostriche e ricci di mare, non tanto graditi. Insomma per Guglielmo crudo di pesce italiano batte sushi uno a zero.

Cucina da Uomini, ma anche in precedenza alcune puntate di Vita Buttata avevano fatto luce sulle abitudini in cucina di Guglielmo Scilla. Al mattino non può mancare il latte freddo, di cui lo stesso youtuber si è definito un vero cultore. Nei giorni particolarmente rigidi dell’inverno si può fare un’eccezione e optare per una tazza fumante di thè nero. Nulla va mangiato prima di dormire, perché l’ultimo pasto rimane rigorosamente quello della cena.

Meglio la pasta della pizza, immancabile il gelato, soltanto dalla sua Sicilia la granita, Coca Cola, Montenegro con ghiaccio e Moscow Mule come sfizi, così come vino bianco batte birra o altri alcolici: tutto questo e di più i followers più attenti di Willwoosh lo ricorderanno confessato direttamente da lui durante le sue dirette. Guglielmo si è dichiarato più volte incapace di fare una spesa organizzata e non amante del caffè, a cui preferisce il ginseng. Ama invece la cucina piccante e speziata.

La scoperta di Twitch e le collaborazioni di Guglielmo Scilla

Una delle ultime piattaforme insieme a TikTok su cui Willwoosh ha dichiarato di trovarsi davvero bene è senza dubbio Twitch. Quest’ultima è molto apprezzata dal classe ’87 perché diretta e autentica. L’interazione tra chi offre contenuti, come lui, e il pubblico è sempre immediata e arriva al cuore. Si tratta quindi di un legame che Guglielmo apprezza e sente nelle sue corde.

Su Instagram e altri social invece spesso Willwoosh si è fatto promotore e sponsor di oggetti o brand. Lui stesso nelle puntate dei suoi show digitali ha confessato che diverse aziende gli inviano direttamente a casa prodotti da sponsorizzare tramite i suoi canali.

Lo youtuber ha però più volte ribadito che ogni collaborazione che decide di portare avanti deve essere in linea con i suoi valori e la sua etica. Ai suoi followers ha ribadito con convinzione che non avrebbe senso consigliare qualcosa in cui non si crede.

Foto Credit Agenzia Fotogramma

Ultimi articoli

TikTok vive anche off-line grazie alla funzione Nearby

È partita la fase di test che permetterà agli utenti di geolocalizzarsi.

Ylenia Baccaro: dalla radio ai social rimanendo se stessa

Abbiamo fatto un po' di domande indiscrete a Ylenia, ascoltate la nostra video intervista per scoprire cosa ci ha rivelato!

Maccio Capatonda, carriera vita privata e LOL 2

È in arrivo LOL 2 e uno dei protagonisti è proprio Maccio. Scopriamo qualcosa in più su di lui.

Camilla Mangiapelo: tutto sull’influencer

Camilla Mangiapelo è un'influencer romana. Andiamo subito a scoprire alcune curiosità su di lei!

Per gli influencer la psicologia non è l’ultima fermata

Ferragnez, Cattelan e Ventura portano in tv un trend forte sui social.